Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Usura sui mutui cosa fare: la guida per il consumatore

La scelta di accendere un mutuo per l’acquisto di una casa è un passo importantissimo, che deve essere accompagnato dalla conoscenza di informazioni basilari per capire se il piano è conveniente o meno. A tal proposito è necessario documentarsi anche su usura sui mutui cosa fare.

Mutui usurari: qualche chiarimento generale

Prima di entrare nel dettaglio di usura sui mutui cosa fare è spieghiamo cosa sono i finanziamenti usurari. Ci si trova davanti a un mutuo usurario nel caso di un finanziamento il cui tasso d’interesse è superiore al tasso effettivo globale medio, aumentato del 25% e di ulteriori quattro punti percentuali.

Ricordiamo che il tasso effettivo globale medio, comprensivo di commissioni e di remunerazioni a vario titolo, si riferisce agli interessi su cadenza annuale praticate da istituti di credito e intermediari finanziari per operazioni della medesima natura. La classificazione delle operazioni, che vengono raggruppate sulla base di categorie omogenee, viene effettuata annualmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Mutuo usurario: come sono cambiate le modalità di calcolo

La formula appena specificata, basilare per avere le idee chiare in merito a usura sui mutui cosa fare, permette di calcolare il tasso usurario a partire dal tasso effettivo globale medio, che viene rilevato con cadenza trimestrale e reso pubblico sul sito ufficiale della Banca d’Italia. La modalità di calcolo specificata nel paragrafo precedente è in vigore dal 14 maggio 2011, data di riferimento per il decreto legislativo 70/2011.

Il testo in questione ha modificato l’assetto normativo in merito all’usura sui mutui, andando a cambiare le modalità di calcolo del tasso usurario specificate nella legge 108/96, che prevedeva il fatto di aumentare della metà il tasso effettivo globale medio.

Mutuo con tasso usurario: altre indicazioni fondamentali

Per capire usura sui mutui cosa fare è necessario avere bene in mente le due formule appena specificate e passare in rassegna le serie storiche del tasso effettivo globale medio, pubblicate sotto forma di file pdf sul sito della Banca d’Italia.

In questo modo è possibile avere un quadro generale dell’andamento degli interessi e capire l’entità delle eccedenze pagate nel corso dell’intero piano di ammortamento.

Usura mutui: ultime specifiche

Le ultime specifiche relative a usura sui mutui cosa fare ci portano a ricordare l’esistenza di calcolatori automatici, come per esempio quello presente sul sito ufficiale di Altroconsumo che, a fronte dell’inserimento di dati come l’entità del finanziamento ricevuto e la durata del piano di ammortamento, prevedono la possibilità di capire in pochi secondi se ci si trova davanti a un tasso usurario o legale.

L’applicazione di un tasso usurario sul mutuo dà diritto al rimborso degli interessi pagati in eccedenza. Il singolo mutuatario può poi valutare personalmente se è il caso o meno di agire in sede civile o penale, con l’obiettivo di chiedere un risarcimento danni e accertare eventuali responsabilità di reato.