Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Taeg 2022 dei Prestiti Inps per Dipendenti Pubblici: Tabelle Aggiornate

La questione del Taeg è una delle più rilevanti quando si tratta di considerare la convenienza di un finanziamento. Quali sono i riferimenti da prendere in esame per quello che riguarda i Prestiti Inps per dipendenti pubblici 2022? Quali sono le tabelle aggiornate? Passiamo in rassegna tutte le risposte nella nostra guida.

Qual è il Taeg significato e perché è importante

Il Taeg, acronimo di Tasso Annuo Effettivo Globale, è senza dubbio un fattore determinante per valutare, in modo puntuale, la competitività del piano di ammortamento. La sostenibilità del rimborso è del resto cruciale per non andare incontro a spiacevoli inconvenienti.  

La centralità di questo valore deriva dal fatto che premette di comprendere al cliente qual è il concreto costo globale del finanziamento. Dobbiamo chiarire che non si tratta di una percentuale utilizzata direttamente per il calcolo della rata. L’utilità del Tasso Annuo Effettivo Globale va ricondotta alla semplicità nella comparazione delle condizioni di rimborso.

Calcolo Taeg dei Prestiti Inps per Dipendenti Pubblici

In merito ai Prestiti Inps per i dipendenti pubblici, andremo a valutare i due finanziamenti erogati direttamente dall’ente previdenziale: il Piccolo Prestito e il Prestito Pluriennale diretto. In entrambi i casi dobbiamo considerare la durata del rimborso e l’età del richiedente.

Vediamo quindi i riferimenti del Piccolo Prestito, con una tabella sintetica aggiornata, ripresa dal regolamento ufficiale Inps. Il Taeg va dal 5,32% al 6,91%, considerando un’età alla scadenza non superiore a 65 anni, ecco i dettagli.  

Il Prestito Pluriennale diretto, invece, prevede due opzioni quanto alla durata: ovvero piano di rimborso quinquennale e decennale. In questo caso i parametri variano da 4,14% a 4,35%, sempre a fronte di un’età alla scadenza di non oltre 65 anni. Ancora una volta indichiamo la tabella ufficiale.