Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Surroga mutuo ex Inpdap: cosa devi sapere per richiederla

La surroga mutuo ex Inpdap è una fattispecie disponibile sul mercato immobiliare dal 2007, anno che ha visto l’approvazione del Decreto Bersani.

Surroga del mutuo: in cosa consiste

Prima di entrare nel dettaglio delle regole relative alla surroga mutuo ex Inpdap vediamo di cosa si parla quando si discute di questa fattispecie. La surroga altro non è che la possibilità di trasferire il mutuo da un istituto di credito a un altro, configurando un risparmio notevole a lungo termine.

La surroga può essere portata a termine senza che il mutuatario debba versare alcuna spesa d’istruttoria od onere di perizia.

Surroga del mutuo con Inpdap: i vantaggi principali

La surroga mutuo ex Inpdap è una scelta che viene fatta da molti dipendenti e pensionati pubblici che, spesse volte, scelgono di accendere un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale con un istituto di credito, per poi completare il piano di ammortamento con l’Inpdap grazie alla richiesta di una surrogazione.

Cosa succede in questi casi? Che per accedere alla surroga è necessario soddisfare sia i requisiti d’iscrizione alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, sia quelli relativi all’ipoteca che, secondo le regole dell’Inps ex Inpdap, deve essere pari al doppio dell’importo del mutuo.

Regole surroga mutuo: altre informazioni importanti

Continuiamo a parlare di surroga mutuo ex Inpdap ricordando che il requisito relativo all’ipoteca può essere visto come un ostacolo, dal momento che la maggior parte degli istituti di credito italiani richiedono un’iscrizione ipotecaria pari al 150% del valore del mutuo.

Come ovviare al problema? Scegliendo una banca che prevede fin da subito un’iscrizione ipotecaria pari al 200% del valore del mutuo. In questo elenco è possibile includere istituti di credito come Banca Sella, ING Direct, BNL Gruppo BNP Paribas, IW Bank, realtà che risultano particolarmente compatibili in caso di richiesta di surroga verso l’Inps ex Inpdap.

Documentazione per richiesta surroga mutuo Inpdap: ecco cosa allegare

Concludiamo questa breve guida dedicata alla surroga mutuo ex Indpap specificando che il richiedente deve avere cura di allegare all’istanza alcuni documenti specifici. Quali sono? Prima di tutto i documenti d’identità e attestanti la posizione reddituale e, in secondo luogo, l’atto notarile e la perizia dell’immobile oggetto dell’acquisto (fondamentale è allegare tutti i documenti richiesti, onde evitare il rischio che la richiesta venga rigettata).

La surroga del mutuo rappresenta un’alternativa senza dubbio vantaggiosa, ma non è l’unica opzione per risparmiare sul mutuo. Tra le altre disponibili è possibile ricordare la rinegoziazione, che prevede la possibilità di ridiscutere le condizioni di rimborso del piano, questo senza cambiare istituto di credito.

Questa fattispecie, introdotta nel 2008 sulla scia della surroga, rappresenta un vantaggio anche per la banca, che evita di perdere un cliente di valore o riesce a sbloccare rate arretrate evitando l’esecuzione dell’ipoteca, procedura che può richiedere molto tempo.