Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Sono scattati i nuovi tassi Inps per cessione del quinto

Sono scattati i nuovi tassi Inps per cessione del quinto. Sulla scorta del decreto del 24 marzo 2014, il dicastero dell’Economia e delle Finanze ha stabilito i nuovi tassi Inps per cessione del quinto. I Tassi Effettivi Globali Medi entreranno in vigore e verranno applicate dagli Istituti di credito e dagli intermediari finanziari dal 1° aprile al 30 giugno 2014 nel momento di erogazione dei prestiti con cessione del quinto.

Se gli importi non superano i 5mila euro, i tassi medi applicati saranno del 12,08. Una volta superata questa soglia, i tassi medi corrisponderanno a 11,50. Per quanto attiene ai tassi soglia Taeg inerenti ai finanziamenti a pensionati in formula di cessione del quinto, avremo le seguenti modifiche:

  • Fino al 59° anno di età: 9,01 per prestiti fino a 5.000 euro, 9,05 per prestiti oltre i 5.000 euro.
  • Se l’età del pensionato è compresa tra i 60 e i 69 anni: 10,61 fino a 5.000 euro, 10,65 oltre i 5.000 euro.
  • Se l’età del pensionato è compresa tra i 70 e i 79 anni: 13,21 fino a 5.000 euro, 13,25 oltre i 5.000 euro.

Per legge la durata del contratto di prestito mediante cessione del quinto della pensione non può superare i dieci anni. L’opportunità di accedere a questa tipologia di finanziamento è disponibile per tutti i pensionati, anche se dobbiamo rilevare alcune eccezioni:

  • pensioni e assegni sociali;
  • invalidità civili;
  • assegni mensili per assistenza all’inabilità;
  • assegni di sostegno al reddito e al nucleo familiare;
  • prestazioni di esodo ex articolo 4 (legge n. 92/2012).