Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Sono convenienti i mutui Inpdap? Vediamo tutti i vantaggi

Sono convenienti i mutui Inpdap? Quando si intende acquistare la propria abitazione di solito è necessario attivare un mutuo e quindi la priorità diventa la ricerca di un finanziamento davvero concorrenziale. I mutui Inpdap permettono di ricevere fino a 300mila euro a condizioni agevolate, ma quali sono in dettaglio i tassi e gli aspetti che interessano il rimborso? Vediamo tutti i particolari.

Mutuo Inpdap per dipendenti e pensionati della Gestione unitaria

Prima di addentrarci nel tema se sono convenienti i mutui Inpdap è indispensabile definire chi sono i beneficiari, perché in assenza dei requisiti previsti non è possibile accedere al credito.

Si tratta di finanziamenti rivolti agli iscritti in servizio e pensionati afferenti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali. I lavoratori devono disporre di un contratto a tempo indeterminato.

Prestiti Inpdap: mutui e finalità

Un altro aspetto centrale è rappresentato dalle finalità ammesse dal regolamento Inps. I mutui Inpdap possono infatti essere richiesti per diverse esigenze.

In caso di acquisto o costruzione della prima casa (non di lusso rispetto alle categorie catastali), si può ricevere un importo massimo pari a 300mila euro. Se invece il richiedente intende eseguire interventi di manutenzione, ristrutturazione o trasformazione dell’abitazione, può ricevere un importo di 150mila euro. La somma non può però superare il 40% del valore dell’abitazione.

La terza finalità è la costruzione o acquisto di un box o posto auto, che devono risultare una pertinenza dell’abitazione principale. Uno scenario per cui sono disponibili fino a 75mila euro.

Sono convenienti i mutui Inpdap? La richiesta

La richiesta di finanziamento va inviata, con tutti gli allegati previsti, all’interno di particolari periodi dell’anno. Quali sono? Le prime dieci giornate di gennaio, maggio e settembre.

L’invio della domanda deve verificarsi in forma telematizzata. Qualunque richiesta incompleta dal punto di vista della documentazione, non sarà presa in considerazione.

Mutui Inps tassi 2017: cosa offrono

E passiamo agli elementi centrali del rimborso, quelli dirimenti per la questione sono convenienti i mutui Inpdap? Come tasso di interesse vi sono due opzioni: tasso fisso pari al 2,95%, tasso variabile corrispondente all’Euribor a 6 mesi maggiorato di 200 punti base.

È previsto un piano di ammortamento alla francese, composto da rate semestrali costanti e posticipate. Il processo di rimborso prevede una durata di 10, 15, 20, 25 o 30 anni, ma va tenuto presente che se il richiedente è un over 65, la durata massima si riduce a 15 anni.

Le rate sono pagate mediante MAV precompilati, che vengono forniti al beneficiario del finanziamento, ma che possono essere scaricati anche dal portale inps.it (vanno impiegati i servizi online e l’utente deve disporre del PIN, codice segreto di identificazione rilasciato dall’ente previdenziale).