Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Simulazione prestito Inpdap online: guida al nuovo servizio Inps

Simulazione preventivo prestiti Inpdap

Oltre ad occuparsi della previdenza dei propri iscritti, la Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps eroga a dipendenti e pensionati pubblici finanziamenti a tassi agevolati, i cosiddetti prestiti ex Inpdap. Ma anche se a condizioni vantaggiose, un prestito rappresenta un impegno economico importante. Per agevolare i propri iscritti l’Inps ha quindi introdotto un servizio per la simulazione prestito Inpdap.

Ma come effettuare una simulazione prestito Inpdap? Il servizio è disponibile direttamente sul sito ufficiale dell’Inps (www.inps.it) e può essere raggiunto seguendo il percorso: “Home – Servizi – Gestione Dipendenti Pubblici: Simulazione Calcolo Piccoli Prestiti e Prestiti Pluriennali”.

Il simulatore è accessibile a tutti gli utenti, anche a coloro che non sono in possesso del codice Pin Inps, e consente di effettuare simulazioni scegliendo tra tre diverse modalità:

  1. simulazione prestito
  2. simulazione per rata ideale
  3. simulazione per importo specifico.

Simulazione prestito Inps Inpdap: calcolo rata e preventivo

Il funzionamento del simulatore è semplicissimo. Una volta scelta la modalità che si desidera utilizzare, basta inserire nell’apposito form i dati richiesti e premere il tasto “SIMULA”. Dopodiché il sistema proporrà in automatico tutti i prestiti che l’utente può richiedere (piccolo prestito annuale, piccolo prestito biennale, prestito pluriennale quinquennale, ecc.).

Per ogni prestito proposto, sono indicati l’importo massimo finanziabile e la rata mensile che si dovrà corrispondere e tutte le spese applicate al finanziamento (importo degli interessi, spese di amministrazione e spese per il Fondo di Garanzia). Va tuttavia precisato che questa simulazione prestito Inpdap ha un valore puramente indicativo.

Quanti desiderano effettuare una simulazione prestito Inpdap personalizzata possono accedere alla sezione dedicata ai servizi al cittadino della Gestione ex Inpdap utilizzando il codice Pin Inps. In questo modo si potranno fare stime accurate, poiché si tengono in considerazione le caratteristiche previdenziali dell’iscritto.

Prestiti pluriennali e piccoli prestiti Inpdap: le condizioni contrattuali

Ricordiamo infine che i prestiti ex Inpdap si dividono in due categorie: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I primi sono prestiti personali che consentono di accedere a somme relativamente esigue, mentre i prestiti pluriennali rientrano nella categoria dei prestiti finalizzati.

In entrambi i casi, hanno accesso al credito esclusivamente i dipendenti e lavoratori pubblici iscritti alla la Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali, il fondo credito dell’Inps attraverso cui sono concessi i prestiti ex Inpdap.

Per quanto riguarda i tassi di interesse, i piccoli prestiti prevedono un tan del 4,25% mentre per i finanziamenti pluriennali il tan è del 3,5%. All’importo lordo del finanziamento si applica inoltre un’aliquota per le spese di amministrazione (0,5%) e una quota per il fondo rischi.