Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Riforma pensioni 2014: la soluzione proposta da Poletti

Riforma pensioni 2014: la soluzione proposta da Poletti. Il dibattito sulla riforma pensioni 2014 non sembra arrestarsi. L’ultima proposta arriva del ministro del lavoro Poletti che ha deciso di trattare la delicata questione previdenziale, che tocca da vicino, in modo particolare, gli esodati. È tornata alla ribalta anche la vicenda della concessione del prestito Inps per i lavoratori privati che scelgano l’uscita anticipata dall’impiego.

L’idea di definire un prestito Inps potrebbe limitare l’opportunità di fornire un prepensionamento in massa, inerenti sia al comparto pubblico che a quello privato. Malgrado i numerosi proclami della classe politica, da un punto di vista sostanziale stiamo assistendo a un immobilismo di fondo sulla vicenda che riguarda gli esodati. Il Ministro Poletti ha pensato di istituire un prestito pagato da INPS, Stato, azienda e lavoratori. Non sappiamo ancora esattamente quali lavoratori potrebbero godere di questa chance, sebbene lo stesso Poletti abbia paventato l’esempio di u soggetto a un anno dal pensionamento e che, grazie al prestito ipotizzato, scelga di abbandonare prima del previsto l’impiego.

Il prestito sarebbe interrotto dopo che è stata maturata la pensione e il lavoratore andrebbe a restituire la linea di credito ottenuta attraverso contenute trattenute sugli assegni pensionistici. Non sappiamo comunque il meccanismo con cui dovrebbe essere applicata questa soluzione. Sarebbe in ogni caso un significativo punto di partenza, sebbene una riforma pensioni 2014 debba essere composta da misure strutturali e non temporanee.