Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Ricongiunzione contributi per la pensione

Cos’è la ricongiunzione contributi per la pensione?

La ricongiunzione dei contributi è la procedura che permette, a quanti hanno più posizioni assicurative in diverse gestioni previdenziali, di riunire tutti i periodi contributivi in un’unica gestione, così da ottenere una sola pensione.

La ricongiunzione contributi per la pensione può avvenire esclusivamente a fronte di una richiesta del diretto interessato, o dei suoi superstiti che hanno diritto alla reversibilità. La ricongiunzione deve obbligatoriamente comprendere tutti i periodi di contribuzione maturati dal lavoratore fino al momento della richiesta, che non siano già stati usati per liquidare una pensione.

I periodi ricongiunti, ovvero quelli che vengono trasferiti da un fondo ad un altro, vengono utilizzati come se fossero sempre stati versati nel fondo di destinazione e danno quindi diritto alla pensione in base ai requisiti previsti dal fondo stesso.

Ricongiungimento contributi per pensione: chi può accedervi?

L’art.1 della legge n.29/1979 prevede la possibilità di ricongiungere nel Fondo pensioni lavoratori dipendenti, gestito dall’Inps, tutte le contribuzioni già esistenti nelle altre gestioni sostitutive o esclusive. Possono essere ricongiunti anche i contributi versati nelle gestioni esonerative dell’Assicurazione obbligatoria, meglio note come “gestioni alternative” di cui fanno parte il fondo INPDAP e i Fondi speciali Ferrovie, Telefonici, Elettrici, Volo ecc.

Possono richiedere infine la ricongiunzione contributi per la pensione anche i soggetti che hanno contributi nelle Gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti e coltivatori diretti), mentre non possono accedere al servizio i titolari di periodi di contribuzione versati presso la Gestione separata dei parasubordinati.