Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Quali sono i mutui Inpdap tasso fisso?

Quali sono i mutui Inpdap tasso fisso? Per non andare incontro a particolari rischi, molti utenti preferiscono optare per i mutui Inpdap tasso fisso, una valida soluzione, da questo punto di vista, può essere rappresentata da Mutuo Spensierato INPDAP Acquisto Casa. Vediamo quali sono le sue caratteristiche.

Si tratta di un finanziamento offerta da BNL ai dipendenti pubblici che vogliono acquistare e ristrutturare la prima o la seconda casa. È una linea di credito resa possibile dall’accordo definito tra BNL e l’Inpdap. Possono inoltrare domanda i dipendenti pubblici e i loro familiari.

Mutuo Spensierato INPDAP Acquisto Casa prevede un tasso agevolato e può coprire fino al 75% del prezzo di acquisto dell’abitazione, con durate variabili che vanno da un minimo di 10 a un massimo di 40 anni. Il cliente ha la certezza di avere una rata di rimborso costante per l’intera durata del piano di ammortamento.

Le rate mensili costanti sono formate da una quota capitale e da una interessi, definite al momento della stipula del contratto. Il piano di ammortamento applicato è alla francese, composto da una quota interessi decrescente e una quota capitale crescente così la rata resta inalterata sino alla scadenza.

La definizione del tasso di interesse è il frutto della somma del parametro IRS di periodo e di uno spread agevolato. L’importo minimo finanziabile corrisponde a 50mila euro mentre quello massimo tocca i 250mila euro. Gli oneri correlati all’istruttoria sono stabiliti sulla scorta dell’importo del mutuo.

Tags: