Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Quale prestito richiedere per consentire l’estinzione di un prestito contratto con una finanziaria?

In questi anni d’incertezza economica capita spesso di richiedere anche più di un prestito. In frangenti del genere può anche capitare d’incontrare delle difficoltà nel rimborso. Ecco allora che ci si domanda quale prestito richiedere per consentire l’estinzione di un prestito contratto con una finanziaria.

Il consolidamento debiti: come funziona

La risposta alla domanda in questione è il prestito per consolidamento debiti. Questo prodotto ha la particolarità di venire incontro a chi ha bisogno di rendere più sostenibile il rimborso di diversi finanziamenti, che possono essere accorpati in uno solo, con una rata il cui ammontare risulta inferiore alla somma dei vari rimborsi in essere.

Il prestito per consolidamento debiti è comodo per questo motivo ma anche perché permette a chi lo richiede di avere come riferimento un solo interlocutore, senza doversi destreggiare tra le regole di più realtà creditizie. Unico è anche il tasso d’interesse, generalmente fisso per tutta la durata del piano di ammortamento.

Consolidamento debiti e liquidità aggiuntiva: ecco cosa sapere

Quando si discute di prestiti per consolidamento debiti e delle loro caratteristiche è necessario considerare anche l’eventualità di una richiesta di liquidità aggiuntiva.

Il cliente ha la possibilità di accedere a una cifra pari al debito residuo dei finanziamenti che ha in corso, ma anche di aggiungere a questa somma un ulteriore prestito, che viene richiesto come finanziamento non finalizzato. Ciò significa che non sussiste l’obbligo di presentare un giustificativo di spesa.

Quali garanzie servono per accedere a questi prestiti?

Chi ha contratto diversi finanziamenti e si trova in difficoltà con il rimborso può trovare un’ottima soluzione al proposito nel prodotto di consolidamento debiti, che può essere richiesto facendo riferimento a garanzie non diverse da quelle necessarie per gli altri prestiti.

Ciò vuol dire che il cliente deve presentare un documento di reddito, possibilmente una busta paga frutto di un lavoro a tempo indeterminato. I pensionati, invece, devono presentare il cedolino.

Quali documenti servono per richiedere il consolidamento debiti?

Per richiedere un prestito finalizzato al consolidamento di debiti pregressi è necessario presentarsi presso la realtà creditizia di riferimento. Sono davvero tanti i nomi che mettono a disposizione prodotti di questo tipo e tra essi è possibile ricordare Compass con il prestito Unica, ma anche il gruppo Poste Italiane.

I documenti necessari per formalizzare la richiesta del prestito sono i conteggi estintivi dei finanziamenti in corso, la carta d’identità, la tesserina del codice fiscale, l’ultima busta paga per i clienti lavoratori dipendenti o il Modello Unico più recente per i liberi professionisti.

Fondamentale è specificare che, a seconda della situazione, la realtà creditizia può richiedere garanzie aggiuntive, come per esempio l’intervento di un coobbligato o di un terzo soggetto garante.