Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Quale conto corrente online scegliere? Ecco come risparmiare

Il mercato dei conti correnti è quanto mai vario. Non potrebbe essere altrimenti dato che si tratta di strumenti che, seppur non funzionali ai fini d’investimento, facilitano tanto la vita per quanto riguarda la gestione dei risparmi e il controllo delle spese. Quando si possono utilizzare online sono ancora più comodi. Ecco perché capita spesso di chiedersi quale conto corrente online scegliere.

Conti online: ecco le soluzioni migliori

Quale conto corrente online scegliere? A questa domanda non è facile dare risposta. Le cose, infatti, possono cambiare tanto a seconda delle esigenze del singolo cliente, della frequenza di utilizzo del conto, del saldo medio e della scelta di accreditare o meno lo stipendio.

Per capire meglio la situazione consideriamo l’esempio di un conto con saldo medio di 13.000€, sul quale non viene accreditato lo stipendio e che si distingue per un utilizzo medio (circa 60 operazioni all’anno).

Tra le offerte da considerare è possibile ricordare il prodotto di Banca Dinamica. Prendendo come punto di partenza i parametri sopra specificati, si avrebbe un ricavo netto di 24,25€ annui, frutto di interessi attivi netti. Non sono presenti altri costi.

Questa, ovviamente, è solo una delle tante alternative disponibili. Tra quelle che meritano una citazione è possibile ricordare anche il conto di Hello Bank, che ha un costo annuale di 11,10€. Il prodotto in questione consente di avvalersi della gratuità relativa ai prelievi, ai pagamenti e alle carte. L’unica voce di spesa da considerare è l’imposta di bollo di 34,20€.

Conto Creval: informazioni sui costi

Continuiamo a parlare della questione quale conto corrente online scegliere analizzando, sempre sulla base dei parametri già elencati, il Conto Creval. In questo caso è possibile inquadrare un costo netto di 12€ annui. Non sono presenti spese fisse relative al bollo, al canone e alle carte. Lo stesso vale per la maggior parte delle spese variabili relative a prelievi e pagamenti.

Quanto costa il conto We Bank?

Quando ci si chiede quale conto corrente online scegliere è fondamentale prendere in esame la proposta di We Bank, uno dei riferimenti di punta nell’ambito delle banche che operano sul web.

In questo caso, partendo ancora una volta dai parametri già dettagliati, si può avere un costo annuo di 26,06€. Il conto in questione, che ha interessi netti per 8,14€ all’anno, ha come unica voce di spesa fissa l’imposta di bollo di 34,20€. Non sono presenti spese variabili in merito ai prelievi e ai pagamenti.

Quanto costa il conto di Fineco?

Concludiamo questa guida dedicata a quale conto corrente online scegliere specificando che la soluzione di Fineco prevede un costo annuale di 58,50€. Privo d’interessi attivi netti, questo conto prevede l’imposta di bollo di 34,20€, un costo di 4,35€ per i prelievi e di 19,95€ per la carta.

Si tratta di un conto online, che può essere gestito facendo riferimento, in caso di urgenze particolari, alle filiali Unicredit.