Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Previsioni per tassi di interesse mutui 2014 e prestiti personali

Previsioni per tassi di interesse mutui 2014 e prestiti personali. L’andamento dello spread fra Btp italiani e Bund tedeschi, che durante la scorsa settimana ha raggiunto 180 punti, è un fattore chiave da valutare per quanti vogliono ottenere un mutuo oppure chiedere un prestito.

I migliori spread bancari si attestano intorno al 2,5%, se si considera l’ultimo dato rilevato nello scorso marzo. Valori positivi rispetto al 3,3% del 2012.

Numerose banche inoltre stanno inaugurando delle offerte inedite, di solito piuttosto convenienti, che hanno condotto anche al ricorso alla surroga da parte di quanti hanno voluto cambiare istituto di credito perché hanno rilevato un’offerta più conveniente.

Nel corso di quest’ultimi mesi la quantità di surroghe è decisamente aumentata. Secondo i dati rilevati da Mutuisupermarket, dovremo aver a che fare con un 17% di nuovi mutui erogati. Ma il fenomeno potrebbe fari ancora più evidente si continueranno a scendere gli spread.

Quali sono le previsioni di sviluppo del mercato nei prossimi mesi? Se le banche dovessero andare a ridurre ulteriormente i costi correlati ai nuovi mutui e se ciò si sommasse a un altro calo degli spread, i clienti potrebbero iniziare a ricercare nuove offerte e a ricorrere a nuove surroghe che consentono di stipulare mutui sempre più convenienti. Osservando quindi il fenomeno nel suo complesso, ci sono buone possibilità che la tendenza al ribasso degli spread possa continuare anche nei mesi a venire.