Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Preventivo finanziamento: tutti i consigli per calcolarlo

Il preventivo finanziamento è un passaggio molto importante per chi decide di accedere al credito. Richiedere una somma di denaro, a prescindere dalla finalità, significa infatti informarsi preventivamente sulla convenienza del prodotto e sull’impegno economico mensile.

Calcolo rate prestito: ecco cosa sapere per effettuarlo

Il calcolo di un preventivo finanziamento è molto lineare. Per effettuarlo è necessario avere a portata di mano informazioni come la cifra richiesta e il numero di rate del piano di ammortamento.

A seconda delle regole della realtà creditizia è poi necessario considerare eventuali spese accessorie e lo spread, il carico che le banche applicano al tasso dei mutui per la casa e che rappresenta il loro guadagno sul prestito.

Lo spread dei mutui varia a seconda del livello di rischio del finanziamento, un dato legato all’età del cliente, alla sua anzianità lavorativa e alla tipologia del contratto di lavoro.

Preventivo prestito ING Direct: cosa sapere per calcolarlo

Continuiamo a parlare di preventivo finanziamento chiamando in causa l’esempio concreto del prestito Arancio di ING Direct.

Per calcolare l’impegno economico mensile in questo caso è necessario considerare che il cliente ha la possibilità di richiedere una cifra compresa tra i 3.000 e i 30.000€. Il rimborso, invece, può andare dai 12 agli 84 mesi.

Da non dimenticare è anche il fatto che il cliente ha la possibilità di usufruire di alcune opzioni di flessibilità, saltando il pagamento di una rata fino a 3 volte nel corso del piano di ammortamento oppure modificandone l’importo (in questo caso l’opzione è disponibile fino a 2 volte nel corso del piano di ammortamento).

Preventivi prestiti Findomestic: come utilizzare il simulatore

Per avere le idee chiare sulla questione preventivo finanziamento è opportuno considerare anche il simulatore presente sul sito di Findomestic.

Questa società finanziaria, infatti, consente di richiedere un prestito direttamente online e di avere le idee chiare sull’impegno economico mensile grazie a un simulatore che consente di stilare un preventivo dettagliato, scegliendo anche la finalità del finanziamento.

Per fare un esempio specifico, ipotizziamo la richiesta di 11.000€ per l’acquisto di un’auto nuova. In questo caso, a carico del cliente, ci sarebbe una rata mensile di 146,70€ – piano di ammortamento di 96 mesi – con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente al 6,39 e al 6,58%.

Preventivo di un mutuo: calcoliamolo passo dopo passo

Un’attenzione specifica merita il nodo del preventivo finanziamento in caso di un mutuo. Questi prodotti, per via dei piani di rimborso lunghi e dell’entità delle cifre richieste, vengono concessi dopo un’analisi approfondita delle garanzie fornite dal cliente.

In questa fase, come già specificato, si calcola anche lo spread, l’effettivo guadagno della banca sul prestito.

A tal proposito facciamo un esempio concreto ipotizzando la richiesta di un mutuo di 110.000€ per l’acquisto di un immobile che ne vale 300.000.

Considerando la richiesta da parte di un cliente con un reddito mensile di 1.800€, consideriamo il preventivo del mutuo a tasso fisso di Intesa Sanpaolo. In questo caso a carico del cliente ci sarebbe una rata di 447,72€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente all’1,65 e all’1,87%.