Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito spese mediche: come funziona e chi lo eroga

Cosa sono i prestiti per spese mediche

Curarsi costa e non tutti riescono a sostenere le spese mediche di cui hanno bisogno senza compromettere il bilancio familiare. Sono molti infatti i cittadini che per far fronte a questa necessità ricorrono al prestito spese mediche.

Lo conferma un’analisi condotta da Facile.it: esaminando 60 mila richieste di prestito, presentate da gennaio a giugno 2013, il portale ha scoperto che quelle per il finanziamento delle spese mediche rappresentano quasi l’1% delle domande di prestito personale.

Ma quali spese si possono finanziare? Con un prestito spese mediche è possibile ottenere la liquidità necessaria per affrontare spese importanti per la salute della persona (ad esempio trattamenti fisioterapici e riabilitativi, cure dentistiche e odontoiatriche, spese per case di cura e per l’assistenza ai malati), ma anche operazioni legate all’estetica. Non mancano infatti le richieste per finanziare trattamenti di bellezza e chirurgia estetica.

Prestito spese sanitarie: come accedere al credito

Per accedere a questa tipologia di finanziamento si possono seguire due strade diverse: il prestito finalizzato e il prestito liquidità. Nel primo caso il richiedente deve presentare alla banca o finanziaria un preventivo di spesa che, nell’eventualità di accettazione della richiesta, corrisponderà all’importo erogato. Richiedendo un prestito liquidità, invece, dopo aver valutato la situazione del cliente, la banca eroga una somma che il beneficiario può utilizzare come meglio crede.

Le garanzie richieste sono le stesse previste per un prestito personale: la presenza di un reddito fisso dimostrabile e una buona affidabilità creditizia. In caso questi elementi non garantiscano a sufficienza la banca, l’istituto può richiedere l’utilizzo di garanzie aggiuntive, come la firma di un garante o l’ipoteca di un immobile di proprietà.

Per quanto riguarda le varie offerte attive sul mercato, tra gli enti di credito che offrono il prestito spese mediche ricordiamo Agos Ducato che offre i finanziamenti salute e bellezza, con importi che vanno da 2.750 a 30 mila euro rimborsabili con un piano di ammortamento che può estendersi fino a 10 anni.

Inpdap prestiti spese mediche a condizioni agevolate

Dipendenti e pensionati del comprato pubblico, invece, possono contare su un accesso al credito a condizioni vantaggiose grazie ai prestiti pluriennali Inps ex Inpdap. Si tratta di linee di credito a tasso agevolato (3,50%) concesse dalla gestione Dipendenti pubblici dell’Inps (ufficio nato dopo l’accorpamento dei due enti) per far fronte ad esigenze economiche rientranti nelle casistiche previste dal Regolamento Prestiti Inps.

Tra queste troviamo il pagamento di cure odontoiatriche, l’acquisto di protesi dentarie, autovetture modificate e carrozzelle ortopediche per portatori di handicap e di protesi di elevato costo. Tali interventi sono finanziabili sia che si riferiscano al lavoratore iscritto alla Gestione Dipendenti Pubblici che ai suoi familiari (coniuge e figli a carico).

Ricordiamo che è possibile accedere a un prestito pluriennale anche in caso di malattia dell’iscritto. Il rimborso del credito avviene in 5 anni e l’importo massimo finanziabile è definito in base alle spese preventivate o, in caso di malattia, in base alla gravitò della situazione.