Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito ristrutturazione: risparmia scegliendo il più conveniente

Il prestito ristrutturazione è l’alternativa migliore per gestire le spese quando si fanno i lavori in casa. Quali sono i prodotti migliori in merito? Ecco alcuni dei più vantaggiosi.

Prestiti ristrutturazione Inps ex Inpdap: ecco come funziona

Il prestito ristrutturazione Inps ex Inpdap è un prodotto riservato agli iscritti alla Gestione unitaria delle Prestazioni creditizie e sociali, siano essi pensionati o lavoratori in attività di servizio.

La caratteristica primaria di questo prestito è la sua natura di mutuo ipotecario, che permette di accedere a una cifra massima pari a 150.000€, in ogni caso mai superiore al 40% del valore dell’immobile.

Le richieste per questa tipologia di mutui possono essere effettuate dal ° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno solare.

I clienti possono scegliere tra tasso fisso pari al 2,95% e tasso variabile calcolato sulla base dell’Euribor 6 mesi maggiorato di 200 punti base e calcolato su un lasso di tempo di 360 giorni.

Finanziamenti ristrutturazione casa: la proposta di Unicredit

Tra le alternative di prestito ristrutturazione più interessanti compare senza dubbio il prodotto di Unicredit.

Questo istituto di credito permette di richiedere un prestito compreso tra i 5.000 e i 100.000€. La durata del piano di ammortamento può andare dai 3 ai 10 anni.

Nel caso di lavori di ristrutturazione che possono usufruire della detrazione d’imposta, al prestito in questione viene applicato un tasso fisso pari al 6,50%.

Mutui e prestiti per ristrutturare: il prodotto ristrutturazione di Findomestic

Tra le opzioni utili a chi è alla ricerca di un prestito ristrutturazione è possibile citare anche la proposta di Findomestic.

Questa società finanziaria, che consente di richiedere il prestito direttamente online, permette di accedere a prestiti per la ristrutturazione della casa con una cifra massima pari a 60.000€.

Per fare un esempio pratico ipotizziamo la richiesta di un prestito di 12.000€ e un piano di ammortamento della durata di 108 mesi. In questo caso a carico del beneficiario ci sarebbe una rata mensile pari a 146,40€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente al 6,39 e al 65,8%.

Prestiti alle Poste per ristrutturazione: tutte le informazioni

Un prestito ristrutturazione che vale la pena citare è il prodotto di Poste Italiane. Il prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa consente di accedere a una cifra massima pari a 60.000€. Il finanziamento minimo è invece corrispondente a 10.000€.

La durata del piano di ammortamento può andare dai 36 ai 120 mesi e la modalità di rimborso si contraddistingue per rate mensili caratterizzate da un addebito costante sul conto corrente BancoPosta indicato dal beneficiario.

Il cliente interessato deve recarsi presso l’ufficio postale più vicino con documenti d’identità, documenti di reddito e preventivi di spesa relativi alla ristrutturazione. Il prestito viene erogato in un’unica soluzione.