Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito per spese matrimoniali

Prestito per spese matrimoniali: come ottenerlo

Innumerevoli sono le circostanze che possono indurre a una richiesta di accesso al credito. Si possono presentare imprevisti ma anche eventi programmati per i quali non si dispone della liquidità necessaria per affrontarli, tra questi abbiamo senza dubbio il matrimonio. Scopriamo insieme le potenzialità del prestito per spese matrimoniali.

Se vuoi sposarti ma non hai la liquidità sufficiente, il prestito per spese matrimoniali può rispondere ai tuoi bisogni grazie a un accesso al credito semplificato con somme che possono superare i 10mila euro.

Il mercato è ricco di prodotti finanziari e il principale problema per chi è alla ricerca di un prestito si sostanzia nell’individuazione del finanziamento più conveniente e rispondente ai propri bisogni. Il prestito per spese matrimoniali può assumere infatti diverse forme, dal prestito personale al prestito delega passando per la cessione del quinto. Vediamo in dettaglio le migliori proposte.

Il prestito personale è una soluzione che rientra nell’ambito dei finanziamenti non finalizzati, ciò significa che la somma erogata può essere impiegata per le destinazioni di spesa più diverse: dalla ristrutturazione casa al consolidamento debiti, passando per l’acquisto di un veicolo, l’arredamento casa, eccetera.

Prestito per spese matrimoniali: il Piccolo prestito Inps

In certi casi è possibile richiedere il prestito personale anche solo per conseguire della liquidità da spendere per tutti i piccoli, grandi imprevisti legati al ménage familiare. Da questo punto di vista una delle proposte più convenienti è il Piccolo prestito Inps, linea di credito rivolta a dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

La somma ottenuta varia da un minimo di una a un massimo di otto mensilità nette di stipendio o pensione per un periodo di rimborso che varia da 12 a 48 rate mensili. Il richiedente non deve indicare alcuna documentazione di spesa o motivazioni. Il tasso di interesse applicato è del 4,25%, cui si aggiungono oneri di amministrazione, corrispondenti allo 0,50%, e premio fondo rischi.

Finanziamento cerimonie Findomestic

Se non avete i requisiti necessari per accedervi, una valida alternativa, anche se meno conveniente, è rappresentata dal Finanziamento cerimonie di Findomestic. Si tratta di un prestito che può essere richiesto online, con somme che variano da mille a 60mila euro.

Con la liquidità si possono affrontare le spese legate all’organizzazione del matrimonio, anniversari di nozze, nascita e battesimo, feste di laurea, comunioni, cresime. Per una somma da 15mila euro da rimborsare in 96 rate, avremo un Tan fisso del 6,25% e Taeg fisso del 6,43% (i valori possono variare in relazioni alle condizioni di mercato).