Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito per arredamento e elettrodomestici

Aumenta la domanda di prestito per arredamento e elettrodomestici

Gli italiani sono tornati a richiedere prestiti. Lo dice l’Osservatorio di PrestitiOnline.it che dallo scorso ottobre ha rilevato un continuo aumento della domanda. Nello scorso anno, a trainare il settore sono stati i prestiti finalizzati, ovvero quelli sottoscritti per l’acquisto di un bene, principalmente di auto, vacanze ed elettrodomestici.

La casa, dunque, è tra le prime finalità per i prestiti. Merito anche degli sgravi fiscali, che consentono di godere di detrazioni al 50% sulle ristrutturazioni edilizie: interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, nonché per le ristrutturazioni edilizie su parti comuni di condomini. Sono oggetto dell’agevolazione anche gli arredi e gli elettrodomestici acquistati per arredare le abitazioni ristrutturate.

Chi acquista mobili o grandi elettrodomestici di classe non inferiore a “A+” entro il 31 dicembre del 2015, potrà indicare nella prossima dichiarazione dei redditi le spese sostenute per accedere all’agevolazione fiscale. L’importo massimo detraibile è di 10 mila euro, che in caso di più aventi diritto viene ripartito in dieci quote annuali di pari importo.

Agevolazioni per prestito per arredamento e elettrodomestici

La detrazione è attiva per l’acquisto di mobili come: divani, poltrone, librerie, letti, armadi, materassi e lampade. Sono esclusi invece porte, parquet e tendaggi. Per quanto riguarda gli elettrodomestici, danno accesso alla detrazione fiscale solo quelli di grandi dimensioni, come frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, forni, condizionatori.

Per ottenere la detrazione fiscale, il pagamento deve avvenire con bonifico bancario o postale, nel quale vanno indicati: causale del versamento, partita Iva o codice fiscale del venditore e codice fiscale dell’acquirente, ossia del beneficiario della detrazione. È possibile tuttavia pagare anche con carta di credito o bancomat. In questo caso lo scontrino fiscale contenente tutte le informazioni necessarie a documentare l’acquisto ha lo stesso valore della fattura.

Offerte di prestito arredamento e elettrodomestici: Findomestic e Carrefour Banca

Ma come trovare un prestito per arredamento e elettrodomestici? Banche e finanziarie propongono soluzioni per l’acquisto di immobili ed elettrodomestici tramite prestiti finalizzati, il cui importo erogabile viene definito in base al preventivo di spesa presentato dal richiedente.

Tra le proposte attualmente disponibili sul mercato ricordiamo quella di Carrefour Banca che consente di accedere a somme fino a 10 mila euro, da rimborsare in 72 rate mensili. Tan è del 6,50%, mentre il Taeg si attesta all’8,25%. Il prestito è concesso per l’acquisto di lavastoviglie, frigoriferi, lavatrici e apparecchiature high-tech.

Troviamo poi il finanziamento Mobili e arredamento di Findomestic, che permette di ottenere dai 1000 ai 60 mila euro. Il prestito è accessibile a tutti i residenti in Italia con età compresa tra 18 e 75 anni in possesso di reddito dimostrabile. Ricordiamo infine che il prestito consente di finanziare:

  • cameretta
  • camera per bambini
  • cucina
  • mobili per salotto
  • mobili per lo studio
  • librerie per il soggiorno
  • mobili da giardino.