Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito Inpdap per matrimonio figlio: come ottenere fino a 23 mila euro a tan agevolato

Caratteristiche del prestito per matrimonio figlio Inps Inpdap

Per aiutare i propri iscritti nell’accesso al credito, la Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps eroga i prestiti ex Inpdap. Si tratta di linee di credito a condizioni agevolate che possono essere utilizzate per far fronte a spese di diversa natura, tra cui troviamo quelle legate al matrimonio di un figlio. Ma come ottenere un prestito Inpdap per matrimonio figlio?

Il prestito Inpdap per matrimonio figlio rientra nella categoria dei prestiti pluriennali, finanziamenti concessi solo a fronte di determinate necessità rientranti nelle casistiche previste dal Regolamento Prestiti Inps, che per ogni finalità stabilisce durata (5 o 10 anni) somma massima finanziabile.

Nello specifico per il prestito Inpdap per matrimonio figlio la somma massima finanziabile è di 23 mila euro e il rimborso del credito avviene con un piano di ammortamento quinquennale. Le rate sono a cadenza mensile e vengono decurtate direttamente dalla busta paga o dal cedolino pensione del beneficiario.

Inpdap prestiti per matrimonio figli: i requisiti contrattuali

Ma chi può richiedere un prestito Inpdap per matrimonio figlio? Come tutti i prestiti pluriennali, i finanziamenti per matrimonio del figlio sono accessibili esclusivamente ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, un apposito Fondo credito dell’Inps.

Oltre all’iscrizione alla Gestione, ai fini dell’accesso al credito è necessario anche poter vantare almeno 4 anni di anzianità lavorativa utile ai fini della pensione e 4 anni di contributi versati presso la suddetta Gestione.

Richiesta prestito Inpdap per matrimonio figlio: modulo di domanda e documenti

Sull’importo rodo del finanziamento si applicano un tasso di interesse del 3,5%, un’aliquota per le spese di amministrazione dello 0,5% e una quota per il premio del Fondo rischi dell’Inps. Quest’ultimo viene definito a seconda della durata del finanziamento e dell’età del richiedente.

Per quanto riguarda la presentazione della domanda, quanti desiderano richiedere un prestito Inpdap per matrimonio figlio devono scaricare il modulo di domanda per i prestiti pluriennali dal sito ufficiale dell’Inps (disponibile informato Pdf nella sezione Modulistica).

A questo vanno poi allegati i seguenti documenti:

  • un’autocertificazione dello stato di famiglia;
  • un’autocertificazione del matrimonio, che deve essere avvenuto da non più di un anno, oppure una dichiarazione sostitutiva di avvenute pubblicazioni.

Nel caso in cui il figlio non sai compreso nello stato di famiglia del richiedente, al posto della certificazione dello stato di famiglia sarà necessario presentare un’autocertificazione in cui si attesti il rapporto di parentela fra i due.

Tutta la documentazione va quindi inviata all’Inps. A tal proposito i dipendenti pubblici devono rivolgersi all’amministrazione di appartenenza mentre i pensionati possono inoltrare la richiesta tramite l’apposito servizio online.