Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti senza busta paga per casalinghe: le offerte migliori

I prestiti senza busta paga per casalinghe sono prodotti finanziari tanto richiesti quanto vantaggiosi, in quanto permettono di accedere al credito anche a chi non ha una posizione lavorativa o un lavoro a tempo determinato.

Prestiti personali per casalinghe: come funzionano

I prestiti senza busta paga per casalinghe sono finanziamenti non finalizzati, il che significa che non prevedono la presentazione di un giustificativo di spesa. Sono vantaggiosi perché, come già specificato, possono essere richiesti anche in caso di temporanea inoccupazione o di entrate di bassa entità, derivanti per esempio da un lavoro part time.

I prestiti senza busta paga per casalinghe possono essere richiesti anche online, caricando sul sito della società finanziaria scelta, quando questa ne dà la possibilità, documenti d’identità e documenti attestanti la ricezione di un reddito.

A seconda del profilo reddituale del richiedente è possibile che la realtà creditizia richieda ulteriori garanzie. In questi casi è possibile presentare un garante, che deve essere finanziariamente affidabile (possibilmente titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato).

Finanziamenti per casalinghe con garante: ecco le regole da seguire

Come appena specificato, i prestiti senza busta paga per casalinghe possono richiedere l’intervento di un garante se, secondo il parere della società finanziaria o dell’istituto di credito, la titolare del contratto è un profilo creditizio a rischio.

In questi casi è necessario seguire specifiche regole. Ricordiamo prima di tutto il fatto che il garante non deve in alcun modo sostituirsi in maniera continuativa al beneficiario nel pagamento delle rate e che deve essere in grado, qualora dovesse verificarsi un caso d’insolvenza o di difficoltà economica da parte del titolare del contratto, di intervenire provvedendo al saldo delle rate.

Quanto si può chiedere con un prestito senza busta paga per casalinghe?

I prestiti senza busta paga per casalinghe sono generalmente piccoli prestiti, il che significa che è possibile richiedere una cifra compresa tra poche centinaia di euro e 2.000/3.000€.

I tempi di erogazione sono molto rapidi. Dopo la richiesta e il parere di fattibilità – che arriva in meno di una settimana – è possibile vedere l’accredito della cifra richiesta dopo circa 48 ore.

La durata del piano di ammortamento varia a seconda delle regole della realtà creditizia e raramente supera i 24 mesi.

Prestiti per casalinghe: ecco quali realtà li offrono?

Quali realtà offrono prestiti senza busta paga per casalinghe? Tra le realtà creditizie a cui fare riferimento è possibile ricordare Findomestic, che permette di richiedere prestiti direttamente online con pareri di fattibilità ricevibili entro massimo 48 ore, Elastys e Agos Ducato, una società finanziaria che, come Findomestic, consente di presentare la richiesta del prestito online grazie al vantaggio della firma digitale, che ha il medesimo valore di quella scritta.

Un’ultima alternativa per le casalinghe che vogliono richiedere prestiti è la carta revolving, che consente di accedere a un finanziamento massimo di 1.500€.