Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti senza busta paga di Poste Italiane: quali sono e come funzionano

Richiedere un prestito anche se non si ha a disposizione una busta paga è una necessità molto frequente. Gli istituti di credito e le società finanziarie si sono aperte molto a queste situazioni, come dimostra l’esistenza di prestiti senza busta paga di Poste Italiane.

Prestiti senza busta paga: Special Cash PostePay

L’elenco dei prestiti senza busta paga di Poste Italiane vede in primo piano il prodotto Special Cash PostePay, un prestito che consente di richiedere cifre contenute e di restituirle scegliendo tra diversi piani di ammortamento.

Special Cash PostePay: quali sono i requisiti?

Informarsi su prestiti senza busta paga di Poste Italiane significa, come appena ricordato, approfondire soprattutto le caratteristiche di Special Cash PostePay. Quali sono i requisiti per accedere a questo prestito? Vediamo i principali.

  • Titolarità di una carta PostePay
  • Età compresa tra i 18 e i 70 anni
  • Possesso di un certificato di reddito

Considerando l’ultimo punto è opportuno fare una specificazione. Quando si parla di prestiti senza busta paga non si intende infatti prestazioni economiche alle quali è possibile accedere senza disponibilità finanziaria.

Richiedere un prestito senza busta paga significa chiedere l’accesso al credito presentando una garanzia diversa dalla busta paga, come per esempio il CUD dell’ultimo anno o il modello UNICO in caso di esercizio di libera professione.

Come funziona Special Cash PostePay: tutti i dettagli

Come funziona il prestito Special Cash PostePay, la principale alternativa in merito a prestiti senza busta paga di Poste Italiane? Con la possibilità, a fronte della presentazione di apposita richiesta presso qualsiasi ufficio postale ubicato sul territorio nazionale, di vedersi accreditare sulla PostePay la cifra richiesta.

A tal proposito è fondamentale ricordare che il prestito in questione consente di scegliere tra tre scaglioni, corrispondenti rispettivamente a 750, 1.000 e 1.500€.

Quanto costa Special Cash PostePay?

Ultimo aspetto da approfondire per quanto riguarda i prestiti senza busta paga di Poste Italiane e Special Cash PostePay in particolare è la questione del costo. A quanto ammonta il costo del prestito in questione? Tutto dipende dalla durata del piano di ammortamento, che può essere compresa tra un minimo di 15 e un massimo di 24 mesi.

Nei costi del prestito è necessario considerare l’imposta di bollo, l’imposta una tantum e l’imposta mensile fissa.

A tal proposito si può parlare del seguente schema:

  • Costo del prestito di 750€ della durata di 15 mesi: 83,93€
  • Costo del prestito di 1.000€ della durata di 20 mesi: 136,43€
  • Costo del prestito di 1.500€ della durata di 24 mesi: 232,43€.

Il prestito Special Cash PostePay può essere rimborsato sia tramite addebito su conto corrente, sia attraverso il pagamento di bollettini postali.

Concludiamo specificando i valori del TAEG, che sono i seguenti:

  • Prestito di 750€: TAEG del 17,83%
  • Prestito di 1.000€: TAEG del 16,29%
  • Prestito di 1.500€: TAEG del 15,34%.