Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti quinto della pensione: ecco come funzionano

I prestiti quinto della pensione sono formule di accesso al credito molto vantaggiose, che consentono anche a chi ha terminato l’attività lavorativa di richiedere un prestito.

Prestiti contro cessione del quinto della pensione: informazioni generali

I prestiti quinto della pensione sono formule di accesso al credito al consumo che consentono di richiedere prestiti rimborsabili tramite la decurtazione a monte della quinta parte del trattamento pensionistico. In questo particolare risiede il principale vantaggio della richiesta del prestito contro cessione del quinto, che si contraddistingue per un processo di rimborso molto flessibile e comodo.

Ricordiamo inoltre che questi prodotti sono caratterizzati da un tasso fisso per tutta la durata del piano di rimborso (l’interesse in questione è inferiore alla soglia legale anti usura).

Salvaguardia del trattamento minimo: ecco cosa prevede

Discutere di prestiti quinto della pensione significa considerare anche la presenza della salvaguardia del trattamento minimo. Di cosa si tratta? Del semplice fatto che, in caso di trattamento particolarmente basso, può esserci una rata mensile inferiore al quinto della pensione.

In questo caso si salvaguarda la totalità del trattamento minimo Inps, che cambia di anno in anno e che rappresenta la soglia minima sufficiente alla conduzione di una vita dignitosa.

Cessione del quinto pensionati Inps: il prodotto di Compass

Le realtà creditizie che mettono a disposizione dei prestiti quinto della pensione sono numerose e tra queste è possibile ricordare Compass. In questo caso possiamo parlare del prodotto Cessione del quinto pensionati Inps.

Questo prestito, accessibile ai pensionati Inps, ex Inpdap, ex Enalps, può essere richiesto da soggetti di età non superiore agli 85 anni alla fine del piano di ammortamento (il piano può durare massimo 10 anni e, in caso di pensionati di età particolarmente avanzata, la durata massima può essere abbassata anche a 60 mesi).

Un altro requisito fondamentale è la titolarità di una pensione di entità superiore a 501,89€ al netto della quota cedibile.

Prestito Pensione Quinto Più: informazioni sul prodotto Unicredit

Continuiamo a parlare di prestiti quinto della pensione analizzando il prodotto Pensione Quinto Più di Unicredit. In questo caso è possibile, tenendo sempre conto della rata massima pari a un quinto della pensione, richiedere un prestito fino a 69.000€.

Il prestito in questione può avere una durata compresa tra i 24 e i 120 mesi e la periodicità delle rate è mensile. Il tasso d’interesse è fisso per tutta la durata del piano di rimborso e, come negli altri casi, inferiore al limite anti usura stabilito dalla Banca d’Italia.

Questo prestito non può essere richiesto in caso di titolarità di assegni sociali, di pensioni contitolate per la parte non spettante al richiedente il prestito, di trattamenti d’invalidità civile, di assegni di sostengo al reddito, di assegni al nucleo familiare, di pensioni a carico degli enti creditizi.