Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti pluriennali Inpdap tempi di erogazione e info utili

Prestiti pluriennali Inpdap tempi di erogazione: quali spese sono coperte?

Il prestito pluriennale diretto Inps e Inpdap è una linea di credito che permette di conseguire delle risorse utili per affrontare spese personali e/o familiari, a condizione che siano documentate e coerenti con le situazioni riportate dal Regolamento.

L’entità della rata mensile del prestito non può eccedere un quinto di stipendio o pensione netto, mentre la restituzione del capitale accordato si verifica a partire dal mese successivo alla concessione del finanziamento.

Prestiti pluriennali diretti Inpdap e Inps: Chi sono i beneficiari?

Si tratta di un finanziamento che fa parte della categoria dei prestiti personali e può essere richiesto da parte di dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Ma quali sono i requisiti?

Gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali devono essere in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato; avere almeno 4 anni di anzianità di servizio utile alla pensione; 4 anni di versamento contributivo nella Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Per quanto attiene la documentazione prevista, da allegare alla domanda di prestito, è composta da:

  • certificazione dello stato di bisogno o spesa sostenuta per la quale si ha diritto all’emissione di un prestito pluriennale diretto Inps;
  • certificato medico di sana costituzione fisica rilasciato da un medico della ASL o da un ufficiale medico in servizio o da un medico incaricato dall’Amministrazione dalla quale dipende il richiedente;
  • il certificato medico non deve essere stato rilasciato da oltre 45 giorni prima della presentazione della domanda all’Inps Gestione Dipendenti Pubblici in base all’art. 15 D.P.R. 895/50.

La domanda deve essere presentata entro un anno dalla documentazione che testimonia le spese affrontate. Osservando invece il piano di rimborso, troviamo due scadenze possibili: durata del contratto quinquennale (60 rate mensili) o decennale (120 rate mensili).

Veniamo agli oneri previsti e tassi di interesse applicati:

  • tasso di interesse nominale annuo: 3,50%;
  • spese amministrazione: 0,50%;
  • premio fondo rischi per contratto quinquennale: 1,50% con età pensionabile di 65 anni; 2% con età pensionabile superiore ai 65 anni;
  • premio fondo rischi per contratto decennale: 3% con età pensionabile di 65 anni; 4% con età pensionabile superiore ai 65 anni;
  • per il prestito quinquennale abbiamo un Teag del 4,11%;
  • per il prestito decennale abbiamo un Taeg del 4,01%.

Prestiti pluriennali Inpdap tempi di erogazione

L’erogazione dei prestiti Inps e Inpdap cambia in rapporto alla prestazione considerata. I Piccoli Prestiti sono cessi entro 60 giorni dalla ricezione della domanda, mentre Prestiti Pluriennali sono concessi entro 90 giorni dalla ricezione della domanda.