Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti pluriennali ex Inpdap: ricevi credito a tassi agevolati

I prestiti pluriennali ex Inpdap sono soluzioni agevolate di finanziamento, basate su cessione del quinto. Sono progettati per rispondere alle necessità di lavoratori e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Passiamone in rassegna tutte le principali caratteristiche.

Prestiti pluriennali ex Inpdap: due prodotti

I prestiti pluriennali ex Inpdap si traducono in due prodotti diversi: i Pluriennali diretti e quelli garantiti. In ogni caso sono finanziamenti che hanno come ente di riferimento l’Inps, data la conclusione dell’esperienza Inpdap.

La principale differenza tra i due pluriennali è rappresentata dall’istituto erogatore, i diretti sono forniti dall’Inps, mentre i garantiti sono accordati da banche e finanziarie che collaborano con l’Istituto.

Prestiti Inps Inpdap: i Pluriennali diretti

Avviamo il nostro approfondimento trattando la questione dei Prestiti pluriennali diretti Gestione Pubblica. Sono prodotti che vengono accordati nel rispetto delle finalità specificate dal Regolamento Inps.

In generale sono soddisfatte necessità di tipo personale, dall’acquisto dell’autovettura alle opere di manutenzione sulla propria abitazione.

Quali sono i requisiti da rispettare? La domanda può essere inviata da parte di dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

L’utente deve rispondere a una serie di requisiti. Anzitutto quattro anni di anzianità di servizio e altrettanti di contributi forniti alla Gestione unitaria.

Se il beneficiario dispone di un contratto di lavoro a tempo determinato, con durata pari ad almeno tre anni, può conseguire credito a condizione che:

  • durante tutto il rimborso sia valido il contratto di lavoro;
  • il trattamento di fine rapporto sia fornito come garanzia di rimborso.

Per quanto attiene invece alla durata del processo di rimborso l’utente può scegliere tra cinque e dieci anni, che si traducono in 60 o 120 rate mensili.

I Prestiti pluriennali diretti, come ricordato, sono finanziamenti fondati sulla cessione del quinto. Questo significa che la rata del prestito non può superare il livello di 1/5 della mensilità, intesa come valore dello stipendio o del trattamento pensionistico.

Tassi Prestiti pluriennali Inpdap 2017

La rata viene elaborata in relazione a un tasso nominale annuo pari al 3,50%. Per appurare l’effettiva convenienza della linea di credito il beneficiario del finanziamento deve tenere presenti oneri amministrativi, che incidono per lo 0,50%, e premio fondo rischi.

La richiesta di finanziamento va inviata utilizzando il portale Inps (inps.it). In modo particolare va impiegata la funzione “Domande web Prestiti Pluriennali”.

Il richiedente se è dipendente, deve però inviare la domanda sfruttando la amministrazione di riferimento. I pensionati invece possono utilizzare subito il sito Inps, in particolare l’Area riservata. All’utente è richiesto il Pin, codice di identificazione fornito dall’istituto di previdenza.

Cessione del quinto Inpdap: Pluriennali garantiti

Diverso è il profilo dei Prestiti pluriennali ex Inpdap Garantiti. Questi, come accennato, sono forniti da banche e finanziarie che operano in collaborazione con l’istituto previdenziale.

L’Inps copre diversi rischi:

  • morte dell’iscritto prima che sia concluso il finanziamento;
  • cessazione dal servizio in mancanza del diritto alla pensione;
  • contrazione dello stipendio.

Anche i pluriennali garantiti sono fondati su un rimborso su cessione del quinto e la durata è pari a cinque o dieci anni.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare mutuoinpdap.org