Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti personali qual è il migliore? Come trovare il prodotto giusto

Come scegliere i finanziamenti migliori: i fattori da tenere in considerazione

Prestiti personali qual è il migliore? Una domanda che interessa tutti coloro che sono alla ricerca di un finanziamento. Tuttavia non esiste un prestito migliore in assoluto, ma solo il prestito che meglio si addice alle proprie esigenze. Ma come trovarlo?

Il primo fattore da considerare quando si è alla ricerca di un prestito personale è il TAN (Tasso Annuo Nominale) ossia il tasso di interesse che banche e finanziarie usano per fissare l’importo delle rate di rimborso che il debitore dovrà sostenere con cadenza mensile. Ovviamente minore è il tasso, più basso sarà l’importo della rata.

Tuttavia oltre al tasso di interesse spesso gli istituti di credito includono nel costo del prestito le cosiddette spese accessorie. Si tratta di spese che non sono strettamente legate al rimborso del capitale, ma rappresentano i costi legati alla gestione del prestito.

Come scegliere i prestiti personali più convenienti: l’importanza del TAEG

TAN e spese accessorie insieme formano il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che riassume, in valore percentuale, il costo reale del finanziamento e consente quindi di confrontare i vari finanziamenti proposti da banche e finanziarie e capire immediatamente tra i prestiti personali qual è il migliore in termini di convenienza.

Tra le varie spese accessorie associati ai prestiti personali troviamo anche le coperture assicurative. Non tutte le banche e finanziarie prevedono la sottoscrizione obbligatoria di una polizza, tuttavia è sempre bene controllare se il finanziamento che si intende sottoscrivere richiede la stipula di un’assicurazione. Questa infatti potrebbe incidere in modo significativo sul costo del finanziamento.

Cosa fare per trovare il prestito personale che si addice alle proprie esigenze

In ogni caso va precisato che le polizze assicurative sono proposte con modalità differenti e può essere obbligatoria o facoltativa a seconda sia delle disposizioni dell’istituto di credito che del tipo di prestito.

Ad esempio mentre per i tradizionali prestiti personali non è prevista la sottoscrizione di una polizza obbligatoria, questa è indispensabile per ottenere un prestito su cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Quest’ultima è una particolare forma di finanziamento garantito esclusivamente dalla presenza di un reddito fisso dimostrabile e della polizza assicurativa.

Ma allora come individuare tra le offerte i prestiti personali qual è il migliore? Utilizzando uno dei tanti comparatori disponibili sul Web è possibile confrontare le offerte di prestito delle principali banche e finanziarie e, alla luce delle considerazioni fatte sopra, selezionare i finanziamenti che meglio soddisfano le proprie esigenze.

Ricordiamo infine che prima di sottoscrivere un prestito è consigliabile effettuare una simulazione del piano di ammortamento (sfruttando gli strumenti disponibili online) così da avere ben chiaro l’impegno economico a cui si va incontro.