Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti personali non finalizzati: i prodotti da non perdere

I prestiti personali non finalizzati sono un’esigenza sempre più diffusa. Accedere al credito in maniera rapida è infatti molto importante, anche senza l’obbligo di presentare un giustificativo di spesa.

Prestiti personali: la proposta di Consel

Sono tantissime le realtà che in questi anni si sono aperte ai prestiti personali non finalizzati. In questo novero c’è Consel del gruppo Banca Sella, che consente ai clienti di richiedere un prestito fino a 10.000€, rimborsabile attraverso piani di ammortamento della durata compresa tra i 12 e i 72 mesi.

Per fare un esempio specifico ipotizziamo la richiesta di 8.000€ da rimborsare in 36 mesi. In questo caso, se il prestito viene richiesto entro il 31 gennaio 2016, a carico del cliente ci sarebbe una rata mensile di 252,20€, con TAN fisso del 8,41% e TAEG dell’8,89%.

Prestiti non finalizzati: il prodotto Fidiamo

L’elenco delle opzioni relative a prestiti personali non finalizzati comprende davvero tanti prodotti. Tra i vari sul mercato ricordiamo il prestito Fidiamo di Fiditalia. Come funziona? Per capirlo ipotizziamo la richiesta di 18.000€ e la scelta di dilazionare il rimborso in un piano di ammortamento della durata di 81 mesi.

In questo caso a carico del cliente ci sarebbe una rata con un TAN fisso dell’8,90% e un TAEG del 9,99.

Questo prodotto prevede, comprese nel TAEG, 150€ di spese d’istruttoria, 3€ di onere per l’incasso della rata, 16€ d’imposta di bollo una tantum.

Prestiti personali Fineco: tutte le informazioni

Anche Fineco, la banca online del gruppo Unicredit, prevede la possibilità di richiedere prestiti personali non finalizzati. In questo caso l’importo massimo richiedibile è pari a 30.000€, con TAN fisso del 7,95% e TAEG massimo dell’8,60.

Per fare un esempio preciso ipotizziamo un prestito di 8.000€ e la scelta di un piano di rimborso della durata di 48 mesi. In questo caso a carico del titolare del contratto di prestito ci sarebbe una rata mensile di 195,12€ (da considerare anche le spese d’imposta sostitutiva pari a 20€).

Prestiti personali Inps: il piccolo prestito

Anche l’Inps ex Inpap offre ai suoi iscritti un’opzione ad hoc per chi è alla ricerca di prestiti personali non finalizzati.

Si tratta del piccolo prestito, un prodotto che consente di richiedere quantità contenute di denaro per necessità improvvise, il tutto avvalendosi di piani di rimborso della durata compresa tra i 12 e i 48 mesi.

Il piccolo prestito Inps ex Inpdap, riservato agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali sia pensionati sia lavoratori, è caratterizzato da un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 4,25%.

Da considerare è anche la spesa amministrativa corrispondente allo 0,50% della cifra complessiva erogata.