Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti per pensionati: le novità sulla pensione anticipata

Prestiti per pensionati: le novità sulla pensione anticipata. Per quanto riguarda i prestiti per pensionati ci sono delle novità che riguardano la riforma delle pensioni introdotta dal Governo Renzi.

In merito alla pensione anticipata e ai prestiti per pensionati potrebbero giungere presto numerosi cambiamenti. Cominciamo con quest’ultimi. In base alla bozza redatta dall’ex ministro Enrico Giovannini, era stato previsto un prestito a quanti fossero vicini alla fase di pensionamento, purché risultassero disoccupati e senza ammortizzatori sociali. Un modo per pagare i contributi previdenziali fino alla data di effettiva messa a riposo.

È un prestito destinato ai pensionati di domani, sostenuto da aziende e dallo Stato, restituito senza interessi. Una formula di finanziamento denominata “prestito previdenziale”. Adesso l’idea di un prestito previdenziale è tornata al centro delle attenzioni grazie all’intervento del neoministro Giuliano Poletti.

Pensione anticipata 2014. Da questo anno dovrebbe essere introdotta la nozione di flessibilità che contraddistingue l’attualmente realtà lavorativa. Ma di cosa si tratta? I lavoratori potrebbero andare in pensione anticipata anche dal 2014 godendo di una riduzione dell’assegno pensionistico.

Facciamo un esempio concreto. Un soggetto con età compresa tra i 62 e i 70 anni, a fronte di 35 anni di contributi, può andare in pensione tra i 62 e i 65 anni con penalizzazione, oppure andarci tra i 67 e i 70 anni con incentivo. In sostanza si ottiene prima la pensione a fronte di una decurtazione dell’assegno mensile.