Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti per disoccupati senza garanzie: ecco quali scegliere

Quando non si ha un impiego può capitare di dover richiedere un prestito. Esistono prestiti per disoccupati senza garanzie? I piani disponibili in merito sono diversi e meritano di essere approfonditi.

Prestiti per chi non ha un lavoro: quali sono le alternative più valide?

I prestiti per disoccupati senza garanzie comprendono diverse opzioni di accesso al credito. In questo novero è possibile includere i prestiti cambializzati, che si contraddistinguono per l’obbligo da parte del cliente di rimborsare delle cambiali entro un determinato lasso di tempo stabilito in sede di sottoscrizione del contratto.

Prestiti cambializzati: alcune caratteristiche importanti

I prestiti per disoccupati senza garanzie vedono nei finanziamenti cambializzati una modalità di accesso al credito molto vantaggiosa, prima di tutto perché può essere richiesta anche se si hanno alle spalle problemi di cattivi pagamenti o protesti.

I prestiti cambializzati, disponibili anche in mancanza di busta paga, possono essere richiesti presentando come garanzia la titolarità di una polizza vita aperta da almeno due anni. Il tasso è fisso per tutta la durata del piano di ammortamento e leggermente più alto rispetto ai prestiti tradizionali, in quanto la realtà creditizia ha la necessità di coprire il rischio del finanziamento.

Prestiti per chi non ha lavoro: quali finanziarie li offrono?

I prestiti per disoccupati senza garanzie sono disponibili anche facendo riferimento a società finanziarie? Certamente sì. In tal caso è però necessario considerare la mancanza di garanzie come l’impossibilità di presentare documenti reddituali recenti, come per esempio l’ultima busta paga.

Cosa si può quindi fare per attestare il possesso di un reddito? Fare riferimento a un vecchio CUD o a un modello UNICO in caso di svolgimento di un’attività di libera professione. Questi documenti possono essere caricati online unitamente ai documenti d’identità e al codice fiscale.

Subito dopo risulta opportuno attendere la risposta della società finanziaria, che fornisce entro massimo 48 ore un parere sulla fattibilità del finanziamento.

Prestiti per inoccupati senza garante: un esempio specifico

Tra i prestiti per disoccupati senza garanzie, come appena ricordato, è possibile includere i prodotti di alcune società finanziarie, come per esempio Findomestic. Questa realtà creditizia unisce alla convenienza dell’accessibilità al credito anche in mancanza di busta paga la possibilità di presentare istanza di accesso al credito direttamente online, sfruttando il valore della firma digitale, uguale a quello della firma cartacea.

Il portafoglio prodotti di Findomestic comprende diverse finalità di accesso al credito, tra le quali è possibile trovare l’opzione “altri progetti”, utilizzata per definire i prestiti personali. Dalla home del sito ufficiale è possibile inserire tutte le specifiche per il preventivo e scegliere tra diverse alternative modificando la durata del piano di ammortamento.

Una volta pagate regolarmente 6 rate mensili, è possibile richiedere l’applicazione della rata minima di 177€.