Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti per acquisto casa Inpdap 2015

Prestiti per acquisto casa Inpdap 2015: quali sono le opportunità per il prossimo anno?

I prestiti per acquisto casa Inpdap 2015 rappresentano una possibilità conveniente assicurata dell’ente previdenziale, riservati ai dipendenti pubblici che dispongono di un contratto a tempo indeterminato e pensionati Inps che fanno parte della ex gestione Inpdap. Sono erogati mutui agevolati relativi per acquistare la prima casa purché non risulti di lusso.

Essendo l’Inpdap confluito nell’Inps dall’inizio del 2012, i prestiti per acquisto casa Inpdap 2015 prevedono l’invio della domanda direttamente all’Inps, nel rispetto dei requisiti disposti dai regolamenti vigenti. Il mutuo Inps 2015 ipotecario per l’acquisto della prima casa, in cui stabilire la propria residenza, può essere richiesto da:

  • Dipendenti pubblici iscritti alle casse previdenziali ex Inpdap (Cassa Stato, Enti locali);
  • Dipendenti pubblici iscritti ai fini pensionistici alle gestioni previdenziali diverse da quella ex Inpdap, iscritti al Fondo credito – gestione unitaria delle prestazioni creditizie;
  • Pensionati iscritti alla gestione previdenziale ex Inpdap e presso altre gestioni previdenziali, purché risultino iscritti al Fondo Credito Inps prima del conseguimento del pensionamento.

Secondo il nuovo regolamento dei mutui Inps 2014, il Fondo Credito Inps può fornire mutui ipotecari per l’acquisto della prima abitazione con una durata variabile: 10, 15, 20, 25 o 30 anni. L’entità massima dell’importo conseguibile è pari a 300mila euro, per dipendenti pubblici a tempo indeterminato e a pensionati, qualora siano iscritti da almeno tre anni alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

L’importo erogabile non può inoltre superare il 100% del valore attribuito all’immobile, inseguito alla perizia Inps sulla struttura immobiliare. La domanda di richiesta mutuo Inps può essere inoltrata, solo in forma telematica, allegando alla richiesta tutta la documentazione prevista. I periodi utili per l’invio sono: dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio, dal 1° al 10 settembre 2014.

Prestiti per acquisto casa Inpdap 2015, tassi di interesse e assicurazione

Il tasso di interesse applicato è fisso e corrisponde, al momento, al 3,75% per l’intera durata del mutuo, ma si può richiedere un mutuo Inps a tasso variabile. In questo caso avremo il 3,50% per il primo anno e, con decorrenza dalla terza rata, tasso variabile.

Per sottoscrivere il contratto di mutuo è indispensabile sottoscrivere una assicurazione a garanzia del finanziamento, che va stipulata insieme al mutuo. Si tratta di un elemento riportato dall’articolo 17 del Regolamento Inps. La copertura assicurativa è utile anche per coprire i rischi correlati a incendi, scoppi e fulmini che potrebbero danneggiare profondamento l’immobile.