Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti moto: come funzionano e quali i più convenienti

I prestiti moto sono formule di accesso al credito che consentono di ricevere denaro tramite un prestito personale. In questo modo è possibile coprire le spese dell’acquisto del veicolo, dell’immatricolazione e i costi di eventuali accessori.

Prestiti per moto: dove richiederli?

Quando si tratta di capire come funzionano i prestiti moto è utile partire dal fatto che i parametri possono cambiare a seconda che si tratti di una moto nuova o di una usata. Quali sono le principali differenze? In generale si può ricordare che i prestiti per moto usate sono caratterizzati da un tasso più alto, dal momento che sono prodotti a maggior rischio d’insolvenza.

Data questa doverosa premessa è fondamentale sottolineare che i prestiti per moto possono essere richiesti in pochi minuti anche online.

Prestiti Findomestic

Findomestic è una delle società finanziarie che consentono agli utenti di richiedere prestiti moto. Come funziona il tutto? Bastano pochi minuti ed è possibile presentare la richiesta di accesso al credito direttamente dal sito ufficiale della finanziaria, tutto questo grazie alla comodità della firma digitale, che ha il medesimo valore di quella cartacea.

Fondamentale è ricordare che questo prestito può essere richiesto anche senza una busta paga, ma questo non significa che non sia necessario presentare un documento di reddito.

Cosa fare in questi casi? Come regolarsi quando non si ha una busta paga per via di una situazione di temporanea inoccupazione o perché si svolge un’attività in libera professione? In queste circostanze è possibile richiedere il prestito presentando come documento di reddito un vecchio CUD o il modello UNICO.

Simulazione finanziamenti moto

Per capire meglio come funzionano i prestiti moto Findomestic è utile fare una breve simulazione, ipotizzando la richiesta di 2.000€ per l’acquisto di una moto nuova. In questo caso, tenendo conto di un piano di ammortamento di 48 mesi, si avrebbe una rata mensile di 50,20€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente al 9,45 e al 9,87%.

Modificando la durata del piano di ammortamento e scegliendo un percorso di rimborso di 42 mesi si avrebbe invece una rata di 56,20€, con TAN fisso e TAEG corrispondenti al 9,54 e al 9,97%.

Prestiti moto Agos: ecco come funzionano?

A questo punto è utile dare qualche dettaglio sui prestiti moto Agos. Come funzionano? Per capirlo è utile fare riferimento a Duttilio, formula di accesso al credito caratterizzata da un importante livello di flessibilità. Il prestito Duttilio consente infatti di modificare la rata mensile dopo il pagamento regolare di almeno 3 mensilità consecutive, così da rendere più sostenibile il piano di ammortamento.

Anche in questo caso è possibile richiedere l’accesso al credito online, caricando i propri documenti e scegliendo se presentare come documento di reddito una busta paga oppure un modello UNICO o un vecchio CUD in caso di libera professione o di temporaneo stato di inoccupazione.