Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti ipotecari over 60: perché richiederli? I vantaggi

Cos’è il prestito vitalizio ipotecario over 60

I prestiti ipotecari over 60 sono una forma di finanziamento che consente di accedere al credito agli ultrasessantenni che sono proprietari di un immobile. Soggetti che dal 2 marzo 2016 possono richiedere alla banca un prestito in virtù della proprietà di una casa.

La normativa in vigore regolamenta una particolare forma di accesso al credito, che consente ai cittadini che hanno compiuto il 60esimo anno di età di ottenere liquidità attraverso un finanziamento, a garanzia del quale viene iscritta un’ipoteca sull’immobile in questione.

Così facendo il beneficiario può ottenere liquidità senza dover vendere i propri beni di valore. Si tratta di una possibilità di finanziamento prevista dalla legge 44/2015, entrata in vigore il 2 marzo. Ma come funziona il prestiti ipotecari over 60?

Prestito ipotecario per over 60: i vantaggi per il beneficiario

Il beneficiario riceve il denaro a fronte della sottoscrizione di un’ipoteca sull’immobile di proprietà ma non è tenuto a rimborsare il finanziamento. Alla sua morte gli eredi possono scegliere di rimborsare il finanziamento ritornando proprietari della casa, liberandola quindi dall’ipoteca.

In alternativa è possibile lasciare la casa alla banca, che la vende e viene soddisfatta con il ricavato. Una volta venduto l’immobile, la banca tratterrà la somma necessaria a saldare il mutuo e verserà l’eventuale eccedenza agli eredi del mutuatario.

I prestiti ipotecari over 60 rappresentano senza dubbio una possibilità molto interessante per chi, superati i 60 anni, si trova in difficoltà economiche, visti i diffusi problemi che gli ultrasessantenni hanno per l’accesso al credito.

Fino ad oggi infatti la soluzione maggiormente adottata da chi ha superato i 60 anni per ottenere liquidità è la vendita della propria casa. Un’ipotesi certamente a discapito degli eventuali eredi del mutuatario, che si ritrovano privati del bene immobile. Scegliendo il prestito vitalizio ipotecario, invece, hanno la possibilità di scegliere se riscattare l’abitazione oppure farla vendere alla banca e intascare l’eventuale differenza.

Prestiti ipotecari vitalizi: cosa dice la legge

Per quanto riguarda le condizioni dei prestiti ipotecari over 60, la legge non disciplina nel dettaglio questa forma di finanziamento, ma stabilisce che la banca deve fornire al richiedente alcuni prospetti informativi relativi al piano di rimborso del credito, in cui si spiega al cliente l’andamento del debito nel corso tempo.

La banca è inoltre tenuta a fornire al futuro cliente una completa documentazione precontrattuale e tutte le informazioni indispensabili sul prestito. Per quanto attiene invece l’assicurazione sull’immobile, questa potrà essere stipulata sia dalla banca che eroga il finanziamento sia da un ente diverso, lasciando impregiudicato il diritto del cliente di ricevere un resoconto della posizione debitoria.