Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inps per pensionati 2016: perché sceglierli

La richiesta di un prestito è una situazione comune anche tra chi è titolare di un reddito da pensione. I prestiti Inps per pensionati costituiscono una delle alternative più utili al proposito.

Prestiti per pensionati Inps e Inpdap: la cessione del quinto

La cessione del quinto della pensione è una delle formule più comuni di prestiti Inps per pensionati. Come funziona? Con l’accordo iniziale tra titolare della pensione e realtà creditizia.

L’Ente si impegna poi a fornire la comunicazione di quota cedibile, tenendo conto della necessità di salvaguardare la pensione minima in caso di trattamenti particolarmente bassi. I prestiti contro cessione del quinto della pensione sono a tasso fisso e durano in generale dieci anni.

Prestiti Inps per pensionati: i mutui ipotecari

Nel novero dei prestiti Inps per pensionati è possibile ricordare anche i mutui ipotecari finalizzati all’acquisto della prima casa. Per accedervi è necessario essere titolari di un trattamento pensionistico e risultare iscritti da almeno un anno alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Con i mutui Inps ex Inpdap è possibile acquistare la casa d’abitazione, ristrutturarla o costruire un box o posto auto da considerare come pertinenza dell’abitazione principale.

Prestiti Inps BNL: tutto sulla convenzione

Quando si parla di prestiti Inps per pensionati si inquadrano situazioni in cui è presente una convenzione specifica tra l’Ente e vari istituti di credito. Questo è il caso di BNL Gruppo BNP Paribas, che propone il prodotto Cessione del Quinto della Pensione, un prestito garantito che può avere una durata compresa tra i 24 e i 120 mesi.

Il rimborso della rata mensile avviene tramite trattenuta mensile dal trattamento pensionistico e, vista la convenzione con l’Ente, è possibile usufruire di tassi particolarmente vantaggiosi.

Prestiti online per pensionati Inps: come funziona la cessione del quinto di BNL?

Per capire meglio come funziona questa formula di prestito possiamo fare un esempio specifico. La cessione del quinto è una delle alternative più frequenti quando si tratta di chiedere prestiti Inps per pensionati, e BNL, come già ricordato, offre un prodotto ad hoc.

Come funziona di preciso? Vediamo il caso specifico del prestito contro cessione del quinto della pensione concesso a un pensionato di 65 anni.

Prendendo come presupposto la richiesta di un finanziamento di 15.711,44€, si avrebbe una rata mensile di 200€ (consideriamo un piano di ammortamento della durata di 120 mesi).

In questo caso i valori del TAN e del TAEG corrispondono rispettivamente all’8,22 e al 9,50%, il che significa che il debito totale a carico del cliente è pari a 24.000€.

Il prestito contro cessione del quinto della pensione proposto da BNL prevede spese d’istruttoria pari a 100€, spese di gestione corrispondenti a 300€, imposta di bollo di 16€, nessuna commissione per l’incasso della rata.