Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Rispondi alle tue esigenze familiari con i Prestiti Inps Inpdap ex pluriennali

Cosa sono i finanziamenti pluriennali e a chi si rivolgono

In seguito alla soppressione dell’Inpdap tutte le prestazioni riferite a dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione sono passate di competenza della Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps, che garantisce la continuità dei servizi ex Inpdap, tra cui i Prestiti Inps Inpdap ex pluriennali.

Tra le prestazioni di competenza della Gestione Pubblica troviamo i prestiti pluriennali, linee di credito a condizioni agevolate che possono avere una durata di 5 o 10 anni. Hanno accesso ai finanziamenti esclusivamente dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (il cosiddetto Fondo Credito dell’Inps).

I prestiti Inps Inpdap ex pluriennali sono concessi solo a fronte di documentate necessità personali o familiari rientranti nelle casistiche indicate dal Regolamento Prestiti Inps. Importo finanziabile e durata prestito sono definite a seconda della finalità, come stabilito dal Regolamento Prestiti Inps, in ogni caso non è possibile superare 150 mila euro.

Ai fini dell’accesso al credito è fondamentale poter vantare almeno quattro anni di versamento contributivo alla Gestione unitaria e un’anzianità di servizio utile alla pensione non inferiore a quattro anni.

Tasso 2017 e le altre  condizioni contrattuali

Per i dipendenti in attività di servizio, è richiesta anche la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Tuttavia anche quanti sono assunti a termine possono ottenere un prestito pluriennale, purché estinguibile nell’arco di vigenza del contratto.

Va precisato che i prestiti Inps Inpdap ex pluriennali sono accessibili ai dipendenti assunti a tempo determinato solo se il contratto di lavoro ha una durata non inferiore a tre anni. In tal caso inoltre l’iscritto ha l’obbligo di cedere il TFR a garanzia del finanziamento.

La restituzione del credito avviene tramite un piano di ammortamento a rate mensili (60 per i prestiti quinquennali e 120 per quelli decennali) decurtate direttamente dalla pensione o dallo stipendio del beneficiario.

L’importo della rata non può superare la quinta parte del reddito mensile del richiedente (stipendio o pensione) al netto delle tasse. Il rimborso del prestito ha inizio il secondo mese successivo all’erogazione del capitale.

Sull’importo lordo del finanziamento si applicano un Tan del 3,5%. Vi sono inoltre un’aliquota per le spese di amministrazione pari allo 0,5% e una quota per il Fondo rischi dell’Inps, definita in base alla durata del prestito e all’età del richiedente.

Come richiedere il prestito pluriennale diretto ex Inpdap

Come richiedere prestiti Inps Inpdap ex pluriennali diretti? La domanda di prestito va presentata per via telematica, corredata della documentazione attestante lo stato di bisogno, il preventivo di spesa e i restati documenti indicati nel Regolamento Prestiti a seconda della finalità prevista.

Gli iscritti in servizio possono inoltrare la richiesta dei prestiti Inps Inpdap ex pluriennali esclusivamente per il tramite dell’amministrazione di appartenenza, mentre i pensionati pubblici devono seguire la procedura online, attiva sul portale inps.it. Per attivare la procedura di richiesta è necessario che il pensionato sia in possesso del codice Pin Inps dispositivo.

E in caso di acquisto prima casa?

Oltre ai tradizionali finanziamenti Inps Gestione Pubblica, gli iscritti alla Gestione unitaria possono contare sui mutui ipotecari Inps in caso vogliano acquistare o costruire la propria prima casa.

Possono riceverli sia i pensionati che i lavoratori a tempo indeterminato. Due le proposte di tasso:

  • Fisso pari al 2,95%;
  • Variabile computato in rapporto all’Euribor a 6 mesi maggiorato di 200 punti.

Come ricevere assistenza, i servizi Inps

Se l’iscritto ha bisogno di assistenza nel processo di richiesta del finanziamento o più in generale vuole fruire dei servizi Inps, può ricorrere al numero verde Inps. Il servizio in questione in realtà si chiama Contact center. Permette di ricevere informazioni e servizi sia in modalità automatica, in questo caso è attivo 24 ore al giorno, sia con il supporto degli operatori.

Il Contact center è raggiungibile sia dalla rete fissa che da quella mobile. Il numero da utilizzare cambia. Per le chiamate (gratuite) da fisso il numero è 803 164 mentre per le chiamate da rete mobile 06 164 164. In quest’ultimo caso il costo cambia a seconda del gestore.

Stiamo parlando di un servizio fruibile dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20. È possibile godere dei servizi anche il sabato, sebbene l’orario vada dalle 8 alle 14.