Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inps a dipendenti pubblici 2017: come ottenere credito a tasso agevolato

Prestiti Inps ai dipendenti pubblici 2017: cosa sono e come ottenerli

La Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps è un ufficio creato appositamente per gestire ed erogare tutte le prestazioni dedicate a dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione. Tra queste figurano i prestiti ex Inpdap, linee di credito a condizioni agevolate dedicate agli afferenti al settore pubblico. Ma come ottenere i prestiti Inps a dipendenti pubblici?

I prestiti ex Inpdap si distinguono in due categorie: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I primi rientrano nella categoria dei prestiti personali e sono concessi a tutti i lavoratori pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, il fondo di credito attraverso il quale l’Inps eroga i prestiti ex Inpdap.

I prestiti pluriennali invece sono finalizzati all’acquisto di un determinato bene o servizio e per ottenerli, oltre all’iscrizione è necessario poter vantare anche almeno 4 anni di contributi presso la suddetta Gestione e un’anzianità di servizio utile alla pensione non inferiore a 4 anni.

Prestiti pluriennali e piccoli prestiti Inps dipendenti pubblici

Per quanto riguarda le condizioni contrattuali, i piccoli prestiti consentono di accedere a somme fino a un massimo di 8 mensilità medie nette percepite e possono avere una durata da 1 a 4 anni. Per ogni anno di durata è possibile ottenere una somma pari a due mensilità medie nette.

Importo che si riduce però se il richiedente ha già in corso altre ritenute sullo stipendio. In ogni caso, il tasso di interesse applicato ai piccoli prestiti è del 4,25%.

I prestiti pluriennali invece possono avere una durata quinquennale o decennale e, a differenza di quanto accade per i piccoli prestiti, sono concessi solo a fronte di documentate necessità rientranti nelle casistiche previste dal Regolamento Prestiti Inps.

L’importo finanziabile e la durata del prestito sono definiti a seconda della finalità del prestito, come stabilito dal Regolamento. Il tasso di interesse è del 3,5%. Ricordiamo inoltre che sui prestiti Inps a dipendenti pubblici (sia piccoli prestiti che prestiti pluriennali) si applicano, oltre al tasso di interesse, anche un’aliquota per le spese di amministrazione e una quota per il Fondo rischi Inps.

Domanda e simulazione prestito Inps dipendenti pubblici

Ma come richiedere i prestiti Inps a dipendenti pubblici? I moduli di domanda sono disponibili online in formato Pdf, nella sezione Modulistica del sito ufficiale Inps (inps.it). I dipendenti che desiderano richiedere un finanziamento devono inoltrare la domanda per il tramite dell’Amministrazione di appartenenza.

Ricordiamo infine che di recente l’Inps ha introdotto sul suo sito ufficiale un servizio per la simulazione dei prestiti Inps, che consente di effettuare una stima sia dell’importo massimo finanziabile che della rata di ammortamento del prestito.