Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Offerte prestiti Inpdap età massima per pensionati pubblici

Come si compone l’offerta prestiti Inpdap pensionati prodotti e condizioni

Quando si parla di prestiti Inpdap a pensionati pubblici si fa riferimento a diverse categorie di prodotti. Situazione che spesso alimenta confusione e incertezze nella mente di chi desidera beneficiare di queste soluzioni di accesso al credito. Tra i dubbi più frequenti troviamo quello relativo prestiti Inpdap età massima per la richiesta.

In questo approfondimento cercheremo quindi di fare chiarezza in merito all’offerta prestiti Inpdap e alle condizioni necessarie per la concessione dei prestiti.

Prestiti Inps ex Inpdap a tassi agevolati

La prima cosa che dobbiamo mettere in chiaro è che i prestiti Inpdap dedicati ai pensionati pubblici sono di due tipi. Vi sono i prestiti Inpdap diretti e quelli in convenzione.

I prestiti diretti sono concessi direttamente dalla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps, ufficio in cui è confluito l’Inpdap. Ricordiamo infatti che l’ente è stato soppresso a gennaio 2012. I prestiti diretti si distinguono in due categorie di prodotti: piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

I piccoli prestiti danno accesso a somme relativamente basse con le quali far fronte a spese improvvise. Possono durare dai 12 ai 48 mesi e prevedono un tasso del 4,25%. I prestiti pluriennali invece sono pensati per far fronte a spese importanti. In questo caso l’importo finanziabile può anche eccedere i 100 mila euro, il rimborso avviene in 5 o 10 anni. Il tasso è fisso al 3,5%.

I prestiti Inpdap in convenzione invece sono concessi da banche e finanziarie che hanno sottoscritto degli accordi con la Gestione Dipendenti Pubblici Inps. In questo caso quindi non è alcun intervento dell’Inpdap per quanto riguarda l’erogazione del denaro. I principali vantaggi dei prestiti Inpdap convenzionati sono rappresentati da tempi di istruttoria solitamente brevi e tassi di interesse vantaggiosi.

Età massima per cessione del quinto Inps Inpdap

Ora che abbiamo chiarito quali sono i finanziamenti che rientrano nella categoria dei prestiti Inpdap, passiamo alla questione prestiti Inpdap età massima. I pensionati che desiderano ottenere prestiti Inpdap possono richiederli anche in età avanzata.

Sia i finanziamenti diretti che quelli in convenzione possono essere concessi a pensionati fino a 90 anni. Il limite anagrafico prestiti Inpdap età massima ovviamente è da intendersi alla data fissata per la scadenza del finanziamento.

A tal proposito ricordiamo che i prestiti Inpdap per pensionati sono prodotti basati sulla cessione del quinto. Non vi hanno quindi accesso quanti sono titolari di:

  • invalidità civili;
  • assegni mensili erogati per l’assistenza ai pensionati inabili;
  • ANF;
  • pensioni sociali;
  • assegni sociali;
  • assegni di sostegno al reddito.

In caso di pensioni con contitolarità, il prestito può essere richiesto solo per la quota di pertinenza del richiedente. Non è quindi possibile intaccare le quote di pensione degli altri titolari.