Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inpdap dipendenti enti locali

A chi sono rivolti i prestiti Inpdap dipendenti enti locali?

I lavoratori dipendenti assunti presso enti locali possono usufruire dei vantaggi della convenzione Inpdap in quanto rientrano nel comparto pubblico. Fanno parte di questa categoria i dipendenti di: ASL, enti ospedalieri, Regioni, Province e Comuni.

Prestiti Inpdap dipendenti enti locali, riservato appunto a questa categoria, è stato concordato con l’Istituto attraverso un accordo siglato con Prestitalia. Nell’intesa l’Inpdap ha imposto come requisito fondamentale di questi finanziamenti l’applicazione di tassi più bassi rispetto a quelli offerti dal mercato di riferimento. La convenzione prevede inoltre un TAEG massimo pari all’8,39% per le operazioni con durata fino a 60 mesi e del 9,34% per quelle con durate da 61 a 120 mesi.

Garanzie richieste per i prestiti Inpdap dipendenti enti locali

Per accedere al prestito è necessario presentare come unica garanzia l’ultima busta paga ricevuta e non è necessaria la presenza di un garante. È possibile ottenere i Prestiti Inpdap dipendenti enti locali anche se si hanno altri finanziamenti in corso.

Ma quali sono le varie forme dei prestiti Inpdap dipendenti enti locali? I dipendenti degli enti locali possono richiedere:

  • piccoli prestiti
  • prestiti su cessione del quinto dello stipendio
  • prestiti con delega
  • prestiti per consolidamento debiti

Ricordiamo inoltre che è possibile ottenere un acconto sul finanziamenti richiesto per cifre fino all’80% dell’importo finanziato.