Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inpdap condizioni

Prestiti Inpdap condizioni: tutti i particolari dell’offerta Inpdap

A partire dal mese di gennaio 2012 l’Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica è stato dismesso, cui è seguito l’assorbimento da parte dell’Inps. In ambito previdenziale l’Inpdap ha rappresentano da sempre un punto di riferimento cruciale per i dipendenti pubblici, apprezzato soprattutto per la qualità dei servizi e un accesso al credito agevolato.

Insieme all’erogazione delle pensioni e la liquidazione dei trattamenti di fine rapporto, l’Inps Gestione ex Inpdap presenta prestazioni finanziarie a condizioni molto agevolate, quali, appunto, i prestiti e i mutui gestiti mediante il fondo istituto dall’Ente.

Prestiti Inpdap condizioni dai Piccoli Prestiti ai Pluriennali Garantiti

Passiamo in rassegna l’offerta dei prestiti Inpdap, identificando quindi le condizioni per ogni proposta.

–       Piccoli Prestiti: si tratta di una soluzione pensata per gli iscritti Inpdap che abbiano bisogno di una contenuta somma di denaro, così da fronteggiare impreviste necessità. Il periodo di rimborso è composto da un minimo di 12 a un massimo di 48 mesi. Per compiere la richiesta non è necessario presentare la documentazione di spesa, motivazioni specifiche oppure certificati medici. In rapporto all’importo lordo è applicato il Tan del 4,25%, mentre le spese di amministrazione si attestano sullo 0,50%.

–       Prestiti pluriennali diretti: stiamo parlando di un finanziamento dalla durata di 5 o 10 anni. L’erogazione è fornita alla luce di impegni personali o familiari di vario tipo. L’accesso riguarda gli iscritti Inpdap con almeno quattro anni di contributi presso il fondo di gestione e con un contratto di lavoro a tempo indeterminato. È applicata una rata mensile che non può superare l’importo massimo di un quinto dello stipendio o della pensione. È previsto l’invio della documentazione di spesa, la documentazione sullo stato di necessità e un certificato di sana costituzione fisica. Alla linea di credito accordata è applicato un Tan del 3,50%.

–       Prestiti pluriennali garantiti: la loro richiesta può essere condotta da parte degli iscritti Inpdap in attività e che godano di almeno quattro anni di servizio utili per la pensione. Le risorse vengono fornite da società finanziarie accreditate all’Inps Gestione ex Inpdap. Proprio come accade per le cessioni dirette, la durata varia da 5 a 10 anni. L’entità della rata mensile non può superare a un quinto dello stipendio. I costi di amministrazione sono pari allo 0,50%, è disposto un premio a copertura dei rischi di insolvenza pari all’1,5% per i prestiti quinquennali e al 3% per i decennali.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare le sezioni del nostro portale e il sito istituzionale Inps.