Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inpdap come richiederli: la guida per dipendenti e pensionati

Vorresti un finanziamento a tassi agevolati per dipendenti e pensionati? Chiedersi prestiti Inpdap come richiederli è essenziale poiché questi prodotti finanziari rappresentano una soluzione molto valida per accedere al credito. Vediamone le caratteristiche.

Prestiti Inps ex Inpdap: informazioni per richiederli

Prestiti Inpdap come richiederli? Iniziamo a rispondere a questa domanda parlando del piccolo prestito, una prestazione economica riservata agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali che devono far fronte a spese impreviste.

Il piccolo prestito Inps ex Inpdap può essere richiesto sia da lavoratori sia da pensionati. Nel primo caso è necessario compilare gli appositi moduli e presentarli all’amministrazione di competenza che ha il compito di inoltrarli all’Ente. I pensionati possono invece procedere direttamente online, inviando l’istanza per via telematizzata.

Prestiti pluriennali Inps: ecco come funzionano

Un altro  aspetto utile da approfondire in merito a prestiti Inpdap come richiederli riguarda il funzionamento dei pluriennali Inps ex Inpdap. Queste prestazioni economiche, riservata agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, prevedono piani di ammortamento della durata compresa tra i 60 ei 120 mesi.

Le finalità comprendono motivazioni legate a questioni familiari e personali, come per esempio la malattia dell’iscritto, il matrimonio di un figlio, il pagamento di spese legali in seguito a separazione e divorzio. Tra le finalità dei prestiti sono comprese anche le spese per la ristrutturazione della casa e per l’acquisto dell’auto.

Come si richiedono i prestiti pluriennali Inpdap?

Documentarsi su prestiti Inpdap come richiederli significa ricordare che è necessario raccogliere la documentazione relativa alle spese sostenute – per esempio le parcelle dei professionisti interpellati per perizie e pareri – e presentare il certificato medico in caso di prestito richiesto per motivazioni non inerenti la salute.

I prestiti Inps ex Inpdap possono essere rinnovati dopo due anni in caso di piano quinquennale e dopo cinque in caso di prestito decennale.

Mutui Inpdap: come richiederli?

L’ultimo punto da considerare in merito a prestiti Inpdap come richiederli implica qualche informazione sulle modalità di accesso ai mutui. I mutui Inps ex Inpdap possono essere richiesti esclusivamente per via telematizzata dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno-

L’iscritto alla Gestione unitaria interessato ad accedere al prestito è tenuto ad allegare tutta la documentazione richiesta – compresa la dichiarazione sostitutiva di atto notorio compilata in ogni sua parte – pena l’esclusione anche in caso di aderenza ai requisiti lavorativi. Tutte le domande pervenute all’Ente, se complete, vengono considerate e accettate sulla base della disponibilità finanziaria della direzione regionale competente.

Cosa succede se non ci sono abbastanza fondi per accogliere tutte le domande? Che si procede alla redazione di una graduatoria considerando come riferimenti principali il reddito del richiedente e la composizione del suo nucleo familiare. La graduatoria in questione viene poi pubblicata sul sito ufficiale Inps ex Inpdap.