Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inpdap come fare per richiederli: ecco le procedure

Prestiti Inpdap come fare per ottenerli? Quali sono le procedure da seguire? Sono domande frequenti perché i finanziamenti Inpdap rappresentano linee di credito a tasso agevolato in grado di rispondere a numerose esigenze. Vediamo quindi quali sono le modalità di richiesta a seconda del finanziamento esaminato.

Piccolo prestito Inpdap: cos’è e come richiederlo

Prestiti Inpdap come fare per richiederli: il Piccolo prestito. Si tratta di un finanziamento che non prevede finalità specifiche e permette di ricevere importi che vanno da una fino a un massimo di otto mensilità. Il rimborso invece si articola in 12, 24, 36 o 48 rate mensili.

Come tasso di interesse abbiamo Tan 4,25%, spese amministrative 0,50% e premio fondo rischi. I beneficiari sono dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Ed entriamo quindi nel merito della richiesta. Le modalità cambiano a seconda del soggetto coinvolto. Nel caso di lavoratori in servizio, la domanda andrà inviata in forma telematizzata all’Inps grazie alla collaborazione dell’amministrazione di appartenenza.

I pensionati invece devono inoltrare la richiesta in forma telematizzata. Le opzioni da questo punto di vista sono numerose: i servizi online del portale inps.it, il Contact center (il numero verde gratuito è 803 164) o il patronato.

Prestiti pluriennali diretti come ottenerli

I Prestiti pluriennali diretti sono invece richiesti per finalità specifiche, riportate dal Regolamento Inps. Sono prodotti su cessione del quinto, ciò significa che la rata non può superare 1/5 dell’assegno mensile ed è sottratta in automatico da stipendio o pensione.

Troviamo un tasso di interesse nominale annuo del 3,50%, associato a spese amministrative e premio fondo rischi. La richiesta va inoltrata impiegando la funzionalità web del sito inps.it: “Domande web Prestiti Pluriennali”.

I lavoratori possono devono sfruttare l’amministrazione di appartenenza, mentre i pensionati devono usare direttamente la sezione dei servizi online del portale Inps. È necessario però disporre del PIN, codice di identificazione personale.

Prestiti pluriennali garantiti: modalità di richiesta

I Prestiti pluriennali garantiti non sono erogati dall’Inps ma da banche o finanziarie convenzionate con l’Istituto nazionale della previdenza sociale. L’ente previdenziale si limita a offrire una garanzia a fronte di una serie di rischi.

La richiesta si realizza impiegando i modelli forniti dall’Inps e va comunicata all’amministrazione di riferimento. La domanda deve essere corredata di un certificato medico di sana costituzione fisica. La richiesta sarà quindi inviata alla banca o finanziaria selezionata.