Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inpdap cessione del quinto

Prestiti Inpdap cessione del quinto

Dopo l’accorpamento dell’Inpdap all’Inps, i servizi erogati in favore dei dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione sono di competenza della Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps. Questo ufficio ha il compito di amministrare le pratiche relative ai pensionati ex Inpdap e di erogare i servizi garantiti dall’Istituto fino al primo gennaio 2012 (data dell’annessione all’Inps).

Tra le prestazioni erogate dalla Gestione Dipendenti Pubblici troviamo i prestiti Inpdap, finanziamenti su cessione del quinto dello stipendio o della pensione, erogati a condizioni agevolate rispetto a quelle proposte dal circuito bancario. I prestiti Inpdap cessione del quinto si dividono in piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

Piccolo prestito Inpdap e cessione del quinto

I piccoli prestiti possono essere erogati esclusivamente dal Fondo credito dell’Inps (Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali) e hanno una durata massima di 4 anni. L’importo massimo erogato varia in base alla durata del piano di ammortamento e al reddito percepito dal richiedente.

Per ogni anno di rimborso del prestito è possibile ottenere una somma pari a due mensilità medie percepite dal richiedente al netto delle tasse. Nel caso in cui l’iscritto abbia in corso altri finanziamenti, l’importo finanziabile si riduce ad una mensilità media netta per ogni anno di ammortamento.

Prestiti Inpdap con cessione del quinto

I prestiti pluriennali invece si dividono in diretti e garantiti. I primi sono concessi dall’Inps, mentre quelli garantiti sono erogati da società e istituti di credito convenzionati con l’Inps. I prestiti pluriennali garantiti sono rivolti ai dipendenti e pensionati ex Inpdap iscritti da almeno quattro anni al Fondo credito dell’Inps e in possesso di un’anzianità lavorativa utile ai fini pensionistici non inferiore a quattro anni.

Con un piano di ammortamento che può avere una durata quinquennale o decennale, i prestiti pluriennali diretti hanno un importo definito in base alla ragione per cui si richiede il prestito. Questi infatti sono concessi solo per determinate motivazioni rientranti nelle casistiche previste dal regolamento prestiti Inpdap, che può essere consultato tramite il sito internet dell’Inps.

Trattandosi di prestiti finalizzati alla richiesta di credito va allegata la relativa documentazione di spesa. La domanda deve essere inoltrata entro un anno dall’evento.

Prestiti Inpdap cessione del quinto garantiti

Troviamo infine i prestiti pluriennali garantiti, erogati da società finanziarie e istituti di credito convenzionati con l’Inps ai sensi dell’art.15 del D.P.R.180/50. Come i prestiti pluriennali diretti, questi finanziamenti possono avere una durata di cinque o dieci anni.

Queste linee di credito sono concesse solo agli iscritti della Gestione unitaria per le prestazioni creditizie e sociali in attività di servizio. Ai fini dell’accesso al credito i richiedenti devono inoltre essere in possesso di almeno quattro anni di servizio effettivo utili a pensione.

In questo caso l’Inps si limita a garantire il finanziamento contro il rischio di cessazione dal servizio senza diritto alla pensione, riduzione dello stipendio e decesso dell’iscritto prima dell’estinzione del prestito.

Ricordiamo che i moduli per la richiesta dei prestiti agevolati Inpdap sono disponibili nella sezione Modulistica del sito Inps, accessibile seguendo il percorso: “Home – Modulistica – Gestione Dipendenti Pubblici – Richiesta Prestazioni – Prestazioni Creditizie e Sociali”.