Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti in 48 ore: come riceverli e quali i requisiti

Prestiti in 48 ore: come funzionano

Hai bisogno di una linea di credito in tempi rapidi per far fronte a un’urgenza o per procedere all’acquisto di beni e servizi? Scopriamo come ottenere prestiti in 48 ore.

È bene anzitutto non alimentare false speranze, i prestiti veloci afferiscono di solito alla categoria dei piccoli prestiti, con importi che nella maggior parte dei casi si attestano al di sotto dei 5mila euro.

I tempi sono ridotti perché è meno articolato il processo di istruttoria e le 48 ore vanno considerate dal momento in cui la domanda è approvata dall’ente erogatore (banca o finanziaria).

Dove richiedere i prestiti veloci

I presiti veloci possono essere richiesti nelle tradizionali filiali, ma online è più facile raffrontare le offerte e usufruire di proposte dedicate esclusivamente al pubblico del Web. Di solito l’ente erogatore prevede la compilazione di un modello di richiesta (con dettagli inerenti anche le somme coinvolge) a cui andranno allegati documenti di identificazione e relativi al proprio reddito.

Dopo che la banca ha ricevuto la richiesta, scatta la fase di valutazione della domanda. Questa appura l’effettiva sostenibilità della linea di credito e le garanzie di rimborso proposte dal cliente. In caso di esito positivo, la somma accordata è accreditata nell’arco di 48 ore.

Prestiti senza garanzie: come ottenerli

Nell’ambito dei prestiti in 48 ore troviamo anche finanziamenti veloci senza garanzie. Ovviamente l’assenza di garanzie non va interpretata in termini letterali, nessuno vi fornirà del denaro senza una garanzia di rimborso, e le somme sono davvero contenute.

Spesso è sufficiente infatti fornire all’ente erogatore i documenti che attestano il proprio reddito mensile. Ciò permette di escludere dal contratto eventuali garanti (soggetti terzi che entra in gioco qualora il cliente non dovesse onorare il proprio debito) o garanzie reali (come elementi immobiliari).

Assicurazione sui prestiti

In generale nell’ambito del contratto di prestito è presente una polizza assicurativa. Si tratta di elemento pensato per fornire una doppia tutela: da una parte è tutelato il cliente, dall’altra l’istituto di credito. L’assicurazione infatti interviene in diverse eventualità, da un periodo transitorio di disoccupazione agli infortuni fino alla morte.

Nel segmento dei prestiti in 48 ore dobbiamo segnalare dei prodotti pensati principalmente per quanti non dispongono di un contratto di lavoro stabile. Come chiarito in precedenza, anche in questa eventualità il cliente deve poter fornire alla banca elementi che garantiscano l’effettiva possibilità di procedere nel rimborso.