Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti cattivi pagatori Inpdap: cosa sono e come ottenerli

Prestiti per protestati ex Inpdap: come ottenerli ricorrendo all’Inps

La gestione dipendenti pubblici dell’Inps eroga i prestiti ex Inpdap, finanziamenti a condizioni agevolate accessibili a dipendenti e pensionati pubblici. Si tratta dei cosiddetti prestiti ex Inpdap, accessibili anche ai soggetti segnalati nelle banche dati del SIC come cattivi pagatori. Ma vediamo nel dettaglio come si compone l’offerta prestiti cattivi pagatori Inps.

Come già accennato, i prestiti ex Inpdap sono accessibili a tutti i dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione che soddisfano determinati requisiti. Ai fini dell’accesso al credito però non viene preso in considerazione il profilo creditizio del richiedente.

Come richiedere un prestito ai cattivi pagatori Inps: i requisiti

Ma prima di parlare dei requisiti per ottenere i prestiti cattivi pagatori ex Inpdap è necessario precisare che questi finanziamenti si dividono in due categorie: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. Per i piccoli prestiti è necessario essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, il Fondo credito attraverso il quale l’Inps eroga i prestiti ex Inpdap.

Per ottenere un prestito pluriennale invece oltre all’iscrizione alla Gestione unitaria è necessario poter vantare anche un’anzianità di servizio utile alla pensione di almeno 4 anni e minimo 4 anni di contributi versati presso la suddetta Gestione.

Finanziamenti Inps per i cattivi pagatori: condizioni e domanda

Per quanto riguarda le condizioni contrattuali, i piccoli prestiti rientrano nella categoria dei prestiti personali e possono avere una durata di 1, 2, 3 o 4 anni. Per ogni anno di durata del finanziamento è possibile ottenere una somma massima pari a due mensilità medie nette percepite dal richiedente.

I prestiti pluriennali invece sono concessi solo a fronte di documentate necessità rientranti nelle casistiche indicate dal Regolamento Prestiti Inps. La durata del prestito può essere quinquennale o decennale e l’importo finanziabile varia a seconda della ragione per cui si richiede il credito. Il tasso di interesse è rispettivamente del 4,25% e del 3,5% per i piccoli prestiti e per i prestiti pluriennali.

I moduli di domanda per i prestiti cattivi pagatori possono essere scaricati in formato Pdf direttamente dalla sezione Modulistica del sito Inps, seguendo il percorso: “Home – Modulistica – Gestione Dipendenti Pubblici – Iscritto/Pensionato – Prestazioni Creditizie E Sociali”

Ricordiamo inoltre che sul sito ufficiale dell’Inps è presente anche un servizio che consente di effettuare una simulazione del prestito partendo dal reddito medio mensile del richiedente. Il simulatore è accessibile a tutti gli utenti (anche a coloro che non sono in possesso del Pin Inps) e per raggiungerlo è sufficiente seguire il percorso: “Home – Servizi – Elenco Di Tutti I Servizi – Gestione Dipendenti Pubblici: Simulazione Calcolo Piccoli Prestiti E Prestiti Pluriennali”.