Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti bancari personali 2016: cosa sono e quali i migliori

In questi anni è possibile parlare di una crescita importante delle richieste di accesso al credito. Sono sempre di più le persone che richiedono prestiti e, di conseguenza, anche i soggetti interessati ai prestiti bancari personali 2016.

Prestiti personali in banca: di cosa si tratta?

Cosa sono i prestiti bancari personali 2016? Finanziamenti non finalizzati che vengono erogati a clienti intenzionati ad acquistare un determinato bene o a disporre liberamente della somma. In sede di sottoscrizione del contratto, il beneficiario si impegna a restituire la somma ricevuta tramite rate solitamente mensili, composte da quota capitale e interessi che variano a seconda delle politiche dell’istituto di credito.

Quali requisiti per i prestiti non finalizzati bancari?

Quali sono i requisiti per accedere ai prestiti bancari personali 2016? Quello base riguarda l’età. Nella maggior parte dei casi le banche e le società finanziarie tendono infatti a concedere l’accesso al credito a soggetti di età compresa tra i 18 e i 75 anni.

Nel caso di un prestito richiesto da parte di un pensionato il limite anagrafico diventa ancora più stringente e la realtà creditizia mette in primo piano specifiche condizioni in merito, che riguardano soprattutto l’età massima che il cliente deve avere alla fine del piano di ammortamento.

Un altro requisito importante riguarda la capacità reddituale. Chi richiede l’accesso al credito tramite un prestito in banca deve essere in grado di attestare la percezione di un reddito, presentando le ultime buste paga, il modello UNICO o il cedolino della pensione.

Prestiti personali: qual è la banca migliore?

Scegliere la banca migliore per la richiesta di prestiti bancari personali 2016 è molto importante. Ogni caso fa storia a sé per quanto riguarda i prestiti, ma è comunque utile elencare alcuni istituti di credito che forniscono prodotti particolarmente vantaggiosi.

In questo elenco è per esempio possibile includere Unicredit che, con il prestito CreditExpress Mini, permette di richiedere l’accesso al credito anche per cifre contenute – si parte infatti da prestiti di 1.000€ – e di restituire il tutto con piani di ammortamento compresi tra i 18 ei 36 mesi.

Ibl Banca: ecco come richiedere il prestito

Nell’ambito dei prestiti bancari personali 2016 più interessanti spicca senza dubbio il prestito personale messo a disposizione da Ibl Banca. Questo istituto di credito viene infatti incontro alle esigenze di praticità degli utenti, consentendo di richiedere la somma di denaro in maniera molto rapida e semplice, grazie alla possibilità di procedere direttamente online compilando l’apposito form presente sul sito ufficiale della banca.

Esistono poi piani ad hoc dedicati alla nascita di nuove aziende, che vedono in primo piano i prestiti forniti da Ubi Banca. Questo istituto di credito consente infatti di richiedere fino a 50.000€, rimborsabili con rate mensili e con piani a tasso variabile della durata compresa tra i 18 e i 60 mesi.