Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti a chi non ha reddito dimostrabile: come riceverli

I prestiti a chi non ha reddito dimostrabile sono formule di accesso al credito sempre più richieste, soprattutto a causa della crisi finanziaria.

Prestiti per chi non ha reddito: le garanzie alternative

I prestiti a chi non ha reddito dimostrabile vengono concessi a fronte della presentazione di garanzie alternative. Quali sono di preciso? Si può presentare l’ipoteca su un immobile di proprietà o la titolarità di un conto corrente sul quale avvengono versamenti regolari.

La presenza di un contratto d’affitto può rappresentare un’ulteriore garanzia e dimostrare che il richiedente ha delle entrate fisse.

Prestiti a chi non ha una busta paga: quali soluzioni?

I prestiti a chi non ha reddito dimostrabile comprendono anche i finanziamenti dedicati a chi non ha una busta paga. In questo caso è possibile presentare come documento di reddito un vecchio CUD o un modello UNICO in caso di esercizio di libera professione.

Società finanziarie come Agos Ducato e Findomestic permettono di richiedere questa tipologia di prestiti direttamente online, caricando documenti d’identità e documenti di reddito sul sito ufficiale e perfezionando tutto grazie al vantaggio della firma digitale, che ha il medesimo valore della firma cartacea.

Dopo aver caricato i documenti online, il richiedente riceve una risposta sulla fattibilità entro due giorni.

Prestiti con garante: una soluzione per chi non ha reddito

I prestiti a chi non ha reddito dimostrabile comprendono anche la soluzione della presentazione del garante. Chi non ha modo di presentare né una busta paga, né un vecchio CUD né un modello UNICO può ricorrere a questa alternativa, ovviamente utile se manca anche la possibilità di ipotecare un immobile di proprietà.

I prestiti con garante rispondono a specifiche regole, la più importante delle quali vede la necessità di scegliere una persona finanziariamente affidabile, in quanto la finanziaria o l’istituto di credito che eroga il finanziamento deve avere la possibilità di rivalersi sui suoi beni in caso di insolvenza da parte del beneficiario principale del prestito.

Prestiti con garante a chi non ha reddito: altre regole

I prestiti a chi non ha reddito dimostrabile richiesti tramite la presentazione di un garante prevedono altre regole, come per esempio il fatto che il garante non ha la facoltà di sostituirsi in maniera continuativa al beneficiario principale nel pagamento delle rate, cosa che invece è tenuto a fare il coobbligato, ovviamente in caso di mancata solvibilità.

Quando si discute di prestiti con garante a chi non ha un reddito dimostrabile è bene ricordare che nessuna società finanziaria o istituto di credito ha l’obbligo di accettare la richiesta, anche se avviene con la presentazione di un garante finanziariamente affidabile.