Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Cosa portare in vacanza studio

Cosa portare in vacanza studio Inpdap?

Sono molti i ragazzi che fanno la loro prima esperienza all’estero tramite le vacanze studio Inpdap e uno degli interrogativi più frequenti è cosa mettere in valigia. Quando si parte per un viaggio all’estero è importante portare le cose giuste, così da evitare inconvenienti o complicazioni. Uno studente che parte in vacanza studio deve sempre avere con sé un documento d’identità e la tessera sanitaria europea, necessaria in caso di visite mediche o ricoveri in strutture ospedaliere.

È consigliato portare con sé anche dei medicinali di primo soccorso, come ad esempio antinfiammatori o aspirine. Nel caso di soggetti affetti da patologie è necessario portare con sé un scorta di medicine sufficienti per tutta la durata del soggiorno.

Cosa portare in vacanza studio: ecco come non farsi trovare impreparati

Un altro elemento che non deve mai mancare in valigia è l’adattatore per le prese di corrente. All’estero infatti, soprattutto nel regno unito, le spine della corrente sono molto diverse da quelle italiane. Senza il giusto adattatore si rischia di non poter usare il phon o ricaricare il cellulare. Ovviamente gli adattatori possono essere acquistati anche nei paesi di destinazione, generalmente è possibile trovarli nei supermercati.

Asciugamani e lenzuola sono forniti dai campus o dalle famiglie ospitanti, mentre sarà compito dello studente portare phon, accappatoio, ciabatte, cuffia per la doccia, spazzolino da denti, shampoo, bagno schiuma e dentifricio. Spesso gli istituti di destinazione sono provvisti di strutture sportive piscine interne, quindi è consigliabile portare anche un costume da bagno e una tuta, dato che il programma delle vacanze studio Inpdap prevede lo svolgimento di attività sportive.