Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piccolo prestito Inps Poste a tasso agevolato: requisiti, condizioni e domanda

Cosa sono i piccoli prestiti ex Ipost e chi può richiederli

A gennaio 2012 l’Inps ha assorbito tutte le funzioni dell’Inpdap, incluse quelle relative ai dipendenti di Poste Italiane. Di conseguenza quanti desiderano richiedere un piccolo prestito ex Ipost, che oggi prende il nome di piccolo prestito Inps Poste, devono rivolgersi all’Inps.

Ma chi può ottenere un piccolo prestito Inps Poste? Hanno accesso ai finanziamenti ex Ipost esclusivamente i dipendenti di Poste Italiane Spa e Società collegate che sono in attività di servizio. Ai fini della concessione del finanziamento è necessario anche essere in possesso di un’anzianità di servizio di ruolo non inferiore a 2 anni.

Piccoli prestiti Inps ex Ipost: condizioni e tasso d’interesse

I piccoli prestiti ex Ipost rientrano nella categoria ei prestiti personali, di conseguenza per richiederli non è necessario presentare documentazioni di spesa né indicare particolari motivazioni. Possono durare 1, 2, 3 o 4 anni e l’importo finanziabile va da un minimo di una a un massimo di otto mensilità.

Indipendentemente dalla durata e dalla somma finanziata, il tasso d’interesse (Taeg) applicato al finanziamento è pari al 5%. Il rimborso avviene attraverso un piano di ammortamento a rate mensili di importo costante, decurtate direttamente dalla busta paga del richiedente.

Trattandosi di un prestito su cessione del quinto, il piccolo prestito Inps Poste prevede una rata mensile massima pari alla quinta parte (20%) dello stipendio mensile percepito dal richiedente al netto delle tasse.

Domanda prestiti Ipost per dipendenti Poste Italiane: la procedura da seguire

La domanda di finanziamento deve essere presentata utilizzando l’apposito modulo di domanda, disponibile sul sito ufficiale dell’Inps in formato Pdf. A questo va poi allegata la seguente documentazione:

  • certificato stipendiale;
  • copia dell’ultima busta paga;
  • fotocopia del documento di identità (in corso di validità).

Tutta la documentazione va poi inviata per posta cartacea al seguente indirizzo: “Inps – Direzione Centrale Credito e Welfare – Area Prestazioni Creditizie – Via Aldo Ballarin, 42 – 00142 Roma”.

In alternativa è possibile presentare la richiesta di prestito per via telematizzata utilizzando i servizi online dell’Inps. Per farlo è necessario seguire il percorso: “Servizi on line – Ipost – Accedi ai servizi”. Per accedere alla procedura di invio telematico è necessario utilizzare il proprio codice Pin Inps.

In questo caso però, dopo aver inoltrato la domanda online, il richiedente dovrà inviare a mezzo fax i seguenti documenti:

  • l’ultima busta paga percepita
  • la dichiarazione conferimento di mandato
  • una copia del documento di identità.