Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come richiedere Piccolo prestito Inps a pensionati – Offerta 2017

Stipulare un finanziamento è un’operazione dal duplice volto: da una parte è senza dubbio una grande opportunità per risolvere i problemi o realizzare progetti; dall’altra è un impegno piuttosto gravoso per le casse familiari. Trovare la linea di credito appropriata è fondamentale. Se il richiedente è un pensionato una delle offerte più interessanti è rappresentata dal Piccolo prestito Inps a pensionati.

Due opzioni nell’offerta prestiti a pensionati Inps 2017

L’Inps presenta varie linee di credito ai suoi iscritti, prodotti contraddistinti da tassi di interesse vantaggiosi e capaci di adattarsi a tante richieste: dall’acquisto casa alla gestione di spese impreviste.

All’interno di questa proposta non c’è un unico Piccolo prestito Inps a pensionati. Possiamo individuare due tipologie di prodotti:

  • Piccolo prestito Gestione Pubblica;
  • Prestiti ai pensionati.

Prestito Gestione Pubblica e finanziamenti ai pensionati

Sono due finanziamenti molto diversi seppure entrambi interessanti. Il primo aspetto che traccia una sostanziale differenza è l’ente erogatore. Il Piccolo prestito Gestione Pubblica è erogato dall’Inps, mentre i Prestiti ai pensionati sono accordati da banche o finanziarie convenzionate con l’ente previdenziale.

Il Piccolo prestito poi è riservato a un pubblico più circoscritto. Di chi stiamo parlando? A godere di quest’opportunità sono i pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

I Prestiti ai pensionati Inps sono invece destinati a tutti i pensionati.

Rimborso su cessione del quinto

Vi sono comunque elementi che accomunano i due prodotti. In entrambe le eventualità infatti il rimborso si realizza su cessione del quinto.

La rata sarà quindi sottratta alla fonte e non può superare il 20% dell’assegno mensile considerato netto. Va tuttavia valutato che le condizioni di rimborso non sono le stesse.

Per i Prestiti ai pensionati va fatto riferimento all’offerta presentata dalla banca o finanziaria esaminata. Sono molti gli enti che risultano accreditati: da BNL a Intesa Sanpaolo passando per Unicredit, solo per citarne alcuni. Sul portale ufficiale Inps è riportato l’elenco completo.

Tasso di interesse 2017

Chi sceglie invece il Piccolo prestito Inps a pensionati Gestione Pubblica può contare su condizioni definite dall’Istituto.

Qual è il tasso di interesse? Rileviamo un tasso fisso nominale annuo corrispondente al 4,25%. Il pensionato deve però considerare oneri a carattere amministrativo, che incidono per lo 0,50%, nonché il premio fondo rischi.

Analizzando invece il piano di rimborso è disposta una durata che varia da 12 a 48 mesi. L’importo va da un ammontare minimo coincidente con una mensilità fino a otto.

Come richiedere il Piccolo finanziamento Inps

Come ottenere il Piccolo prestito Inps a pensionati Gestione Pubblica? Il pensionato ha a disposizione più di un’opzione. Può fare richiesta:

  • usando il sito inps.it, accedendo ai servizi online. Deve disporre delle credenziali d’accesso, tra cui il PIN;
  • sfruttando il Contact Center. Il numero da digitare da rete fissa è 803 164 mentre per le chiamate da cellulare il numero è 06 164 164. Anche in questo caso è indispensabile il PIN;
  • recandosi presso il patronato.

Assistenza Inps, a chi rivolgersi

Per maggiori informazioni vi invitiamo a vistare la sezione dedicata ai Piccolo prestito Inpdap del nostro portale. Quanti invece hanno bisogno di assistenza possono usufruire del Contact Center.

I contatti di riferimento sono quelli già indicati mentre l’orario è:

  • dalle 8 alle 20 dal lunedì al venerdì
  • il sabato l’orario va dalle 8 alle 14.