Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piccoli prestiti veloci: offerte migliori e modalità di richiesta

I piccoli prestiti veloci sono le soluzioni migliori per chi vuole accedere a somme di denaro contenute, generalmente inferiori ai 5.000€

Piccolo prestito Agos: come funziona?

I piccoli prestiti veloci comprendono i prodotti di diverse realtà creditizie, tra le quali è possibile citare Agos Ducato.

Questa società finanziaria, che grazie alla firma digitale consente di richiedere denaro caricando tutti i documenti direttamente online, permette di accedere a cifre inferiori ai 3.000€. Grazie a Duttilio si ha infatti modo di richiedere una somma minima pari a 2.750€.

Una caratteristica importante di questo prodotto – caratterizzato da un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento – è la flessibilità.

Dopo il pagamento regolare di tre rate il cliente ha infatti la possibilità di modificare l’importo della rata mensile, ma anche di spostare il rimborso alla fine del piano di ammortamento.

Piccoli prestiti su pegno: informazioni tecniche

Nel novero dei piccoli prestiti veloci è possibile includere anche le soluzioni su pegno. Questi prestiti rappresentano l’alternativa ideale per chi non ha garanzie come la busta paga o la possibilità di presentare documenti relativi alla proprietà di un immobile.

Il funzionamento del prestito su pegno è molto semplice. Il cliente presenta il bene che ha intenzione d’impegnare, il quale viene valutato da un perito specializzato.

Sulla base del risultato della valutazione si eroga il prestito, che è generalmente inferiore a 1.000€. Al beneficiario viene fornita anche una polizza al portatore da presentare al momento del riscatto del bene.

Piccolo prestito Poste Italiane: tutte le caratteristiche

Tra i piccoli prestiti veloci più vantaggiosi è presente anche il Prestito BancoPosta di Poste Italiane. Questo prodotto consente di richiedere una cifra compresa tra i 3.000 e i 30.000€, rimborsabile con un piano di ammortamento che va dai 12 agli 84 mesi.

Nel caso dei clienti non titolari di un conto BancoPosta bisogna considerare una durata minima pari a 24 mesi.

Questo prestito può essere richiesto sia online – previa iscrizione al portale del gruppo Poste Italiane – sia recandosi con documenti di reddito, tesserino del codice fiscale e documento d’identità presso qualsiasi ufficio postale sul territorio italiano.

Prestiti personali Findomestic: ecco come richiederli

Concludiamo questa guida dedicata ai piccoli prestiti veloci parlando dei finanziamenti non finalizzati Findomestic.

Questi prestiti, esattamente come quelli di Agos, possono essere richiesti direttamente online. Dalla home del sito della finanziaria è possibile documentarsi sull’entità della rata e sulle spese del prestito, che non prevede oneri per la gestione della pratica.

Per capire meglio come funziona il tutto facciamo un esempio, ipotizzando la richiesta di 1.500€.

In questo caso il cliente ha la possibilità di sottoscrivere un piano che prevede una rata mensile di 56,40€, con un rimborso della durata di 30 mesi. Il TAN e il TAEG sono pari al 9,54 e al 9,97%.