Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piccoli prestiti veloci 5 mila euro: come ottenerli

Piccoli prestiti veloci: cosa sono e come ottenerli

I piccoli prestiti veloci 5 mila euro sono una delle categorie di finanziamento più richieste negli ultimi anni. Con la crisi economica infatti le esigenze di credito degli italiani sono profondamente cambiate. Se fino agli anni ‘90 si ricorreva al credito per spese con importo piuttosto elevati, dall’acquisto della prima casa a quello dell’auto, oggi è in crescita la tenenza a richiedere un finanziamento per far fronte a piccole spese quotidiane.

Una situazione che fa dei piccoli prestiti finanziamenti essenziali non solo perché caratterizzati da un importo relativamente basso e quindi facile da ottenere, ma anche perché sono concessi in tempi piuttosto ridotti.

In linea di massima quando si parla di prestiti veloci si fa riferimento a finanziamenti concessi nel giro di 48 ore dall’approvazione della richiesta di credito. Ovviamente se a richiedere il prestito è un soggetto che risulta segnalato come cattivo pagatore o protestato la fase di istruttoria sarà comunque abbastanza.

Prestiti veloci 5 mila euro: i tempi necessari per l’erogazione

Di conseguenza i prestiti veloci risultano davvero concessi in tempi rapidi solo se a richiederli è un soggetto con un passato creditizio impeccabile. Per quanto riguarda l’importo, difficilmente i piccoli prestiti superano la soglia dei 5 mila euro, da rimborsare con un piano di ammortamento a rate mensili. La durata del rimborso è generalmente di qualche anno.

Per quanto riguarda le garanzie necessarie la più accettata da banche e finanziaria è senza dubbio la busta paga, tuttavia è possibile ottenere un piccolo prestito anche presentato delle garanzie alternative, quali la firma di un garante o un’ipoteca di primo grado su un immobile di proprietà.

Per tutelarsi dal rischio di insolvenza la banca può anche proporre al richiedente la cambializzazione del finanziamento, facendo quindi corrispondere ad ogni rata mensile una cambiale prepagata.

Come trovare le migliori offerte

Il tasso di interesse è fisso e normalmente si aggira intorno all’8- 10%, ma si riduce se il richiedente è grado di vantare una busta paga o un reddito fisso dimostrabile. Questo perché la banca pretende un tasso di interesse maggiore a fronte di un rischio più alto.

Tuttavia anche se a volte possono essere poco convenienti, i piccoli prestiti veloci rappresentano per molte persone l’unica soluzione per accedere al credito in tempi brevi. Ma come trovare l’offerta di finanziamento più conveniente?

Online sono disponibili vari comparatori di prestiti, si tratta di portali specializzati che consentono di visualizzare in pochi minuti le offerte di banche e finanziarie. In questo modo l’utente può confrontare le varie proposte di finanziamento e scegliere quella che meglio soddisfa le proprie esigenze.

Resta aggiornato sulle principali opportunità dei prestiti personali, visita prestitipersonali.com