Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Tutti i vantaggi dei prestiti pluriennali e piccoli prestiti Inps ex iPost a tan agevolato

Prestiti agevolati per i dipendenti di Poste Italiane

piccoli prestiti Inps ex iPost sono soluzioni di accesso al credito dedicate ai dipendenti di Poste Italiane e delle società correlate al gruppo. Questi contribuenti dal 2012 fanno riferimento all’Inps.

Ma quali sono i vantaggi di questi finanziamenti? Iniziamo a dettagliare le caratteristiche dei piccoli prestiti Inps ex iPost parlando del piccolo prestito Gestione Fondi Poste. Il prodotto in questione consente di accedere al credito richiedendo una cifra massima pari a otto mensilità nette di stipendio.

Chi può ottenere il piccolo prestito

Per richiederlo è fondamentale aver maturato almeno 2 anni di anzianità di servizio utile ai fini pensionistici. Molto importante da ricordare è anche la natura non finalizzata, motivo per cui il cliente non ha l’obbligo di presentare alcun giustificativo delle spese effettuate con la cifra ricevuta.

Tasso d’interesse e condizioni del piccolo prestito

Per avere un quadro ancora più chiaro relativo ai piccoli prestiti Inps ex iPost è necessario specificare che, per quel che concerne il caso specifico del piccolo prestito Gestione Fondi Poste, si può parlare di un TAEG del 5%.

Caratterizzato da rate a cadenza mensile addebitate in busta paga, il prestito in questione può durare dai 12 ai 48 mesi. Fondamentale per la riscossione della cifra richiesta è l’indicazione di un numero di conto corrente che sia intestato o cointestato al cliente. Essenziale è anche l’indicazione del codice Iban.

Il rinnovo del finanziamento è possibile già dopo 5 mesi dall’inizio del piano di ammortamento in caso di prestito annuale o biennale.

I prestiti pluriennali Gestione Fondi Poste

Oltre ai piccoli prestiti Inps ex IPost è necessario analizzare i prestiti pluriennali Gestione Fondi Poste. Questi piani di ammortamento possono durare dai 60 ai 120 mesi e prevedono come modalità di rimborso principale la cessione del quinto dello stipendio. Per richiederli è necessario aver maturato almeno 4 anni di servizio utile a fini pensionistici.

Caratterizzati da un TAEG del 3,50%, possono essere richiesti facendo riferimento a motivazioni riportate sul Regolamento ufficiale. In questo novero è possibile includere le spese sanitarie, la ristrutturazione della casa, le spese legali in caso di divorzio o separazione, l’acquisto di carrozzelle o ausili ortopedici e molte altre motivazioni.

I documenti richiesti

Dopo aver analizzato i piccoli prestiti Inps ex iPost ricordiamo che, per quel che riguarda i pluriennali Gestione Fondi Poste, per la richiesta è necessario raccogliere diversi documenti, che vanno dal certificato stipendiale rilasciato dal gruppo Poste Italiane, all’ultima busta paga, alla copia del documento d’identità in corso di validità.

Per richiedere questi prestiti è fondamentale presentare anche l’autocertificazione dello stato di famiglia e, in caso di motivazioni che esulano l’ambito sanitario, un certificato di buona salute.

Estinzione anticipata

L’estinzione anticipata è consentita, a patto che siano passati almeno due anni dall’inizio del piano di ammortamento nel caso del prestito quinquennale e quattro per il decennale.

Come presentare la domanda

Per richiedere i piccoli prestiti e i prestiti pluriennali è necessario scaricare l’apposito modulo di domanda, reperibile sul sito ufficiale dell’Inps. Una volta allegati alla richiesta tutti i documenti necessari, questa va inviata per posta al seguente indirizzo: INPS – Direzione centrale Credito e welfare, Area Prestazioni Creditizie, viale Aldo Ballarin, 42 – 00142 Roma.

In alternativa è possibile inoltrare la domanda online, utilizzando l’apposito servizio Inps online. tuttavia anche in questo caso sarà necessario inviare all’Inps, tramite fax, i documenti necessari per l’istruttoria della pratica.

Il servizio di assistenza Inps

Quanti avessero difficolta nella presentazione della domanda o vogliono semplicemente avere informazioni in merito ai prestiti pluriennali e ai piccoli prestiti ex Ipost a condizioni agevolate concessi dall’Inps possono rivolgersi al Contact center Inps.

Il servizio di assistenza telefonica infatti risponde alle richieste di informazione e assistenza degli iscritti Inps (sia lavoratori che pensionati) di tutte le gestioni che fanno parte nell’Istituto, inclusa la Gestione Fondi Gruppo Poste italiane.

Chiamando il numero verde gratuito 803 164 da telefono fisso oppure lo 06 164 164 (a pagamento) da cellulare è possibile ottenere informazioni e servizi online. Il servizio è disponibile in otto lingue:

  • italiano
  • inglese
  • francese
  • tedesco
  • arabo
  • spagnolo
  • polacco

Numeri europei

Riportiamo di seguito i numeri verdi europei del Contact center Inps.

  • Francia: 0800904332
  • Germania: 08001821138
  • Gran Bretagna: 0800963706
  • Irlanda: 1800553909
  • Danimarca: 80018297
  • Paesi Bassi: 08000223952
  • Lussemburgo: 08002860
  • Portogallo: 800839766
  • Svezia: 020795084
  • Belgio: 080013255
  • Svizzera: 0800559218
  • Spagna: 900993926.