Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piccoli prestiti Enam su prestiti Inpdap

Piccoli prestiti Enam su prestiti Inpdap: di cosa si tratta?

Gli ex iscritti all’Ente Nazionale di Assistenza possono fruire di alcune particolari prestazioni creditizie, tra queste troviamo i Piccoli prestiti Enam su prestiti Inpdap (Piccoli Prestiti Inpdap Gestione Magistrale). Vediamo quali sono le sue caratteristiche e come accedervi.

L’Enam è confluito nel 2010 all’Inpdap, che, a su volta, è stata assorbita dall’Inps. Ciò significa che adesso l’ente di riferimento per i prestiti Enam è appunto l’Inps. Le linee di credito sono pensate per le esigenze di docenti e insegnati delle scuole primarie, ma anche per le maestre delle scuole dell’infanzia.

La durata massima dei prestiti è di due anni (24 rate mensili), mentre l’importo non può eccedere la soglia di due mensilità dello stipendio del soggetto che ha inoltrato la richiesta. Per quanto attiene invece al tasso di interesse abbiamo l’1,5% annuo.

Vanno considerate gli altri oneri di cui si deve fare carico il richiedente: sulla cifra richiesta è prevista l’applicazione di una ritenuta dell’1% della somma lorda, un costo per spese di amministrazione e per il fondo di garanzia.

Piccoli prestiti Enam su prestiti Inpdap beneficiari e ulteriori informazioni

I beneficiari sono gli iscritti alla gestione ex Enam: maestri, insegnanti e direttori didattici delle scuole elementari e delle scuole materne statali. Indispensabile che questi abbiamo almeno due anni di attività alle spalle. Le finalità sono numerose, dal matrimonio di un figlio all’acquisto di un’abitazione.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il seguente indirizzo web, relativo al portale ufficiale Inps.it: inps.it/docallegati/Informazioni/Ex-Inpdap/credito/prestiti/Documents/piccoli_prestiti_WEB_EX_enam_INPDAP_CAP_manuale_utente.pdf.